Quantcast

Taccini: “Dal bilancio ai rifiuti, amministrazione fallimentare”

Il consigliere d'opposizione uscente: "Trascurate le priorità"

“Ormai ci siamo, l’amministrazione Amadei, dannosa per ben dieci anni ai cittadini del Comune di Coreglia, è quasi giunta al capolinea. I danni procurati al Comune dal 2010 al 2020 non sono pochi; basti pensare all’oltre un milione di euro che il Comune deve versare ogni anno (chissà per quanti ancora) per ripagare i debiti accumulati da questa e dalle precedenti amministrazioni”. Sferra così il suo attacco Piero Tazzi, consigliere comunale uscente e candidato al nuovo consiglio.

“Certo che per gli amministratori uscenti, e ben quattro di loro desiderosi di rientrare per continuare a fare danni, sembra che il Comune di Coreglia sia fra quelli virtuosi  – commenta Taccini – e che goda di buona salute. Addirittura l’assessore all’ambiente, durante i suoi comizi elettorali, si vanta per quanto è stata capace di mettere in atto circa la raccolta dell’immondizia e che, grazie a lei, funziona alla perfezione. Voglio ricordare alla signora assessora che è troppo facile arrogarsi il buon lavoro messo in atto da altri, ed in questo caso dagli operatori ecologici della ditta che vinse a suo tempo la gara predisposta dal Comune. Lei non ha fatto assolutamente niente perché la gara era obbligatorio farla e, per fortuna, è stata vinta da una ditta con una notevole esperienza della raccolta porta a porta. Le lamentele dei cittadini sono sempre state unanimi nel far capire il disagio nel quale si trovavano per quel disservizio, ma dell’assessora nemmeno l’ombra e la disastrosa gestione della nettezza urbana è andata avanti fino allo scadere del contratto”.

Ma la lista delle lamentele non finisce qui:  “Bella la stazione di Ghivizzano, venuta alle cronache in questi giorni di campagna elettorale quando le pensiline sarà oltre un anno che sono state fatte. Sarebbe stato meglio pensare alle priorità e, dapprima insistere sulla messa in sicurezza della stazione di Calavorno dopo di che pensare alle pensiline ed alla biglietteria di quella di Ghivizzano”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.