Quantcast

L’Orlando furioso di Ronconi chiude la prima edizione del ‘Graal Cult Fest’ foto

L'appuntamento venerdì (3 settembre) al teatro Alfieri di Castelnuovo

Si chiuderà venerdì (3 settembre) la prima edizione del Graal Cult fest, festival ideato e diretto da Consuelo Barilari, iniziata con la proiezione in piazza dell’Orlando Furioso televisivo. L’appuntamento è al Teatro Alfieri di Castelnuovo con una serata di gala dedicata alle donne dell’Ariosto e al capolavoro di Luca Ronconi.

Partecipano Massimo Foschi, protagonista dell’Orlando Furioso di Luca Ronconi, a teatro e in video, nel ruolo di Orlando; Gianfranco Capitta, critico teatrale e studioso dell’opera del regista; Patrizia Coletta, direttrice di Fondazione Toscana Spettacolo; Andrea Tagliasacchi, Sindaco della Città di Castelnuovo di Garfagnana. Conduce Consuelo Barilari, direttrice del Graal Cult Fest. Pietro Gaddi, direttore del Conservatorio di musica Giacomo Puccini di La Spezia, eseguirà le musiche composte dal maestro Giancarlo Chiaramello per l’Orlando Furioso ronconiano. I giovani attori del Graal Cult Fest leggeranno alcuni brani del poema.

“L’Orlando Furioso di Ronconi fu una operazione davvero ariostesca nelle forme e nei contenuti – ricorda Gianfranco Capitta  -. E anche nelle sue valenze simboliche: un grande classico della letteratura italiana, di quelli che esprimono e insieme codificano gli strumenti dei rapporti attraverso le parole, prese corpo e voce fuori dei teatri ma usando del teatro gli strumenti. Quella invenzione spettacolare rilanciava la palla sulla scena, la palla di fuoco del ’68 ancora ben vivo: uno spettacolo innovativo, collettivo (anzi di massa) e in cui bisognava per ogni spettatore scegliere dove stare, dove capire meglio, dove lasciarsi innamorare. Fu davvero l’emblema teatrale dei cambiamenti che si stavano diffondendo nella società“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.