Progetto Comune: “Piscina, nessun atto pubblico sull’affidamento della gestione”

L'opposizione incalza il sindaco anche sulla pubblicazione delle registrazioni del consiglio comunale

La piscina comunale di Barga riapre ma è subito polemica. Il gruppo di opposizione Progetto Comune va infatti all’attacco della amministrazione, accusandola di poca trasparenza sull’affidamento della gestione. Lo stesso gruppo ricorda di aver presentato in merito una formale richiesta di conoscere i dati relativi all’affidamento ma spiega di averlo saputo dalla stampa.

“Abbiamo controllato il sito del Comune – si legge in una nota del gruppo – e non abbiamo trovato nulla in merito all’assegnazione della gestione della piscina per il corrente anno (forse ci è sfuggito). Certo vengono privilegiati gli organi di informazione e non i consiglieri di minoranza o il sito del Comune per la pubblicazione degli atti ufficiali. Siamo contenti dell’inizio dell’attività e del servizio alla cittadinanza ma avremmo preferito conoscere le modalità di assegnazione, prima dell’apertura, per una questione di trasparenza in merito all’avvenuta esclusione di altre eventuali società interessate alla gestione del bene comune”.

Da qui una serie di domande che Progetto Comune rivolge all’amministrazione: “Esiste un contratto per la oncessione della gestione? Se sì, in che data stipulato? Esistono agli atti altre manifestazioni di interesse? Se siì perché la scelta è ricaduta sulla società che attualmente gestisce il servizio? Ecco queste sono le domande alle quali chiediamo una risposta. Ovviamente chiediamo una risposta tramite la stampa visto che le richieste ufficiali non trovano riscontro. Certo, visto che, il metodo di divulgazione delle notizie attraverso la stampa, è stato ampiamente collaudato dalla maggioranza, useremo tale metodo anche noi forse più redditizio”.

“Inoltre – prosegue Progetto Comune – informiamo i cittadini che, nell’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale convocato per il 29 giugno 2020, non sono state inserite due mozioni presentate dal gruppo di opposizione e precisamente una relativa al divieto di utilizzo della tecnologia 5G sul territorio comunale fino al termine della sperimentazione al fine di capire eventuali effetti dannosi per la salute pubblica; un’altra mozione relativa alla gestione e cura dei beni comuni da parte della cittadinanza attiva”.

“Queste mozioni, come riferito dal sindaco – spiega Progetto Comune -, verranno trattate nel prossimo consiglio comunale. Da ultimo, non perché meno importanti, segnaliamo per l’ennesima volta, l’avaria sul sito del Comune che non permette la visione delle videoconferenze relative ai consigli comunali. I cittadini, come da loro segnalato e da noi constatato, non possono vedere i consigli comunali le cui registrazioni dovrebbero essere visibili sul sito del  Comune per 20 giorni come da disposizioni in vigore. Nonostante le nostre segnalazioni fatte al sindaco ed al segretario comunale, anche in Consiglio comunale, nulla è stato risolto. Anzi, cosa ben più grave, nulla è stato fatto per risolvere la problematica segnalata”.

“Infatti – prosegue la nota – nella mattinata del 26 giugno, il tecnico competente alla gestione informatica del sito del
Comune, interpellato dal capogruppo Feniello, ha riferito di non sapere nulla in merito all’avaria perché nessuno gli aveva segnalato questo. Allora se il sindaco o altri funzionari deputati a risolvere la problematica, nulla fanno, forse sorge il dubbio che quelle registrazioni non devono essere viste. A questo punto, per garantire la visione da parte degli utenti interessati, visto il protrarsi dell’inconveniente (accidentale o voluto), provvediamo in proprio a pubblicare le registrazioni su un canale Youtube dove gli aventi diritto possono visionarle liberamente”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.