Quantcast

Aste pilotate, sospeso il giudice Bufo

La sezione disciplinare del Csm ha sospeso  dalle funzioni e dallo stipendio il giudice ed ex assessore del comune di Vergemoli, Roberto Bufo, arrestato la scorsa settimana con l’accusa di far parte di un sodalizio criminoso che pilotava le aste al tribunale di Pisa. A chiedere il provvedimento erano stati sia il pg della Cassazione Riccardo Fuzio, sia il  ministro della Giustizia Andrea Orlando.
La Sezione disciplinare ha anche disposto il collocamento fuori dal ruolo organico della magistratura di Bufo, sempre su richiesta del Pg della Cassazione e del ministro. 

Oltre alla sospensione cautelare obbligatoria in sede disciplinare, essendo il magistrato sottoposto a misura cautelare, la Sezione ha disposto anche la “sospensione facoltativa richiesta dal Ministro” visto “il significativo livello di consistenza probatoria” nella commissione “di reati gravi e il ruolo centrale svolto dal dottor Bufo nella loro ideazione, programmazione ed attuazione”, così come richiamato nella “motivazione del provvedimento restrittivo”.
Bufo è stato arrestato lo scorso 9 gennaio, per corruzione in atti giudiziari, turbata libertà degli incanti, peculato, falso in atto pubblico nell’ambito dell’inchiesta della procura di Genova.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.