Concerto al santuario di San Pellegrino in Alpe

Una serata dal barocco al modernismo

Il Circolo Amici della musica Alfredo Catalani continua la propria attività concertistica. Un singolare evento si terrà sabato (18 luglio), alle 18, nella suggestiva Chiesa Santuario di San Pellegrino in Alpe. Musiche nella storia – Dal Barocco al Modernismo: un concerto per flauto solo realizzato con il contributo della Fondazione Banca del Monte di Lucca.

Le musiche in programma contemperano essenze derivanti dalla ieraticità del luogo, dalla storia medievale e moderna di cui è ricco, dalle singolari bellezze paesaggistiche alpestri. Il flautista Mario Carbotta eseguirà composizioni di Bach, Telemann, Bucher, Kronke e Bozza. Il repertorio scelto ed il flauto solo, ripercorrono insieme una simbiosi vissuta in una storicità che, dalla sacrale architettura della musica bachiana, conducono sino al modernismo novecentesco, intersecandosi con la religiosità di un luogo magico, creando un perfetto equilibrio con la laicità leggendaria: elementi quasi fiabeschi, di cui è possibile respirare l’impalpabile essenza veicolata dall’atmosfera del territorio stesso e dalla spiritualità del flauto, strumento di antiche origini pastorali.

Mario Carbotta è un flautista molto apprezzato dal pubblico e dalla critica internazionale. Ha tenuto concerti nelle più prestigiose sale mondiali: il Musikverein a Vienna, il Rudolfinum a Praga, la Tonhalle a Zurigo, Bulgaria Hall a Sofia; Teatro dell’Opera del Cairo, Glenn Gould Hall della Cbc a Toronto, Seoul Arts Center e a New York, Montreal, Tokyo, Londra, Pechino, Ginevra, Sofia, San Paolo, Istanbul, Bucarest. È docente di flauto presso l’Istituto “Boccherini” di Lucca.

Anche con questo concerto, che beneficia dei patrocini dell’Arcidiocesi di Lucca, Comune di Castiglione Garfagnana, Comune di Frassinoro e la collaborazione della Compagnia vinicola La Spergola di Scandiano, il Circolo Catalani intende valorizzare il piccolo borgo alpestre, le sue bellezze naturali e la storicità del territorio, oggetto di illustre presenze del passato quali Matilde di Canossa, i santi Pellegrino e Bianco, Alfredo Caselli, Giacomo Puccini. L’evento coinvolge pure enti ed aziende dell’Emilia Romagna, essendo San Pellegrino in Alpe un territorio in exclave di questa regione. Anche per questa particolarità, agli intenti esteriori ed estetici, il Circolo Catalani coniuga quello per una ripresa socio economica dei territori, una rifioritura del turismo e la fiducia per la socializzazione pur nel rispetto delle vigenti norme igienico sanitarie.

Al concerto sarà rigorosamente mantenuto il distanziamento sociale; l’ingresso è gratuito. I posti sono prenotabili tramite telefono (347 9951581) e saranno preassegnati

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.