Quantcast

Il Ciocchetto Event, bagarre in vetta: Tommaso e Paolo Ciuffi primi dopo la prima giornata di prove speciali foto

Alle spalle, in pochi secondi, Rudy Michelini e Alessandro Perico. Paolo Andreucci fuori quasi subito dai giochi

La coppia fiorentina formata dal giovane Tommaso Ciuffi e da papà Paolo, recordman di vittorie – ben quattro – nell’albo d’oro della gara all’interno della tenuta Il Ciocco, a bordo di una Skoda Fabia R5 del team Balbosca, gommata Pirelli, ha concluso in testa la prima tappa del Ciocchetto Event edizione del trentennale, accompagnata da una giornata di sole quasi primaverile.

In testa fin dal primo impegno cronometrato, il duo Ciuffi-Ciuffi, già vincente su queste strade nel 2017, allora con papà Paolo alla guida, ma che in questa prima tappa del Ciocchetto 2021 ha visto al volante il giovane Tommaso – pilota emergente, terzo assoluto, al debutto nel campionato italiano Rally Sparco di quest’anno – hanno resistito all’assalto costante di Rudy Michelini, con Perna alle note, anche loro su Skoda Fabia R5 griffata PA Racing. La coppia lucchese, vincente nel Ciocchetto 2017, ha concluso con un distacco di poco più di tre secondi dai Ciuffi, accumulati nell’ultimo crono in notturna, dopo essere stato a lungo a pochi centesimi dal leader.

Altra Skoda Fabia R5 era affidata ad Alessandro Perico, ovviamente della sua struttura PA Racing, con Turati a fianco. Il pilota bergamasco, alla caccia del primo successo su queste strade, è stato anche lui in lizza per il vertice, in una lotta che, in alcune fasi, ha visto Ciuffi, Michelini e lo stesso Perico racchiusi in un solo secondo in testa alla classifica. Una sbavatura, materializzata in un testacoda, ha visto poi Perico scivolare indietro di oltre sette secondi, nella quinta delle sette prove in programma, rimanendo comunque terzo. Da questa lotta al vertice si autoescludeva quasi subito Paolo Andreucci, con Bimbi alle note, autore di una toccata nella seconda prova che costringeva la sua Skoda Fabia R5 HRacing al ritiro. Il lavoro del team all’assistenza permetteva al campione garfagnino di poter riprendere il via nella seconda tappa, per onorare una gara dove ha centrato tre volte la vittoria assoluta.

Ritiro invece definitivo per Claudio De Cecco, con Campeis, non contento della sua Hyundai i20 R5 e poi attardato pesantemente da un testacoda, con difficoltà a ripartire della vettura. Completa un poker di Skoda in testa alla classifica la Fabia R5 Gima Autosport del reggiano Gianluca Tosi, con Del Barba, quarto a fine prima tappa, staccato di oltre 18 secondi.

Chiudere al quinto posto assoluto, la prima tappa del Ciocchetto è da considerare un buon risultato per Gabriele Ciavarella, qui con Rombi alle note, e la Volkswagen Polo R5 della HK Racing. Corre assai sporadicamente, il massese, ma quando riprende il volante, tolta un po’ di ruggine e pur se a fasi alterne, è sempre un protagonista, come in quel Ciocchetto vinto nel 2013. Gomme non abbastanza performanti per questi fondi asfaltati hanno impedito al locale Federico Santini, in coppia, per la prima gara “vera” con la sorella Tatiana, di salire più su del sesto posto con una Skoda Fabia R5 della Trico Racing di cui era molto soddisfatto, precedendo di meno di un secondo il laziale Carmine Tribuzio, con Cipriani, alle prese con difficoltà nel trovare il giusto assetto della sua Skoda Fabia R5 Erreffe.

Oggi (19 dicembre) partenza alle 9 con in programma le prove speciali Stadio e Noi Tv, da percorrere tre volte ciascuna. Conclusione de Il Ciocchetto Event 2021 alle 13,50.

E’ una tradizione del Il Ciocchetto Rally Event quella di premiare la vettura più natalizia, con addobbi o decorazioni che celebrino le feste in arrivo. A decidere il vincitore, che porterà a casa l’iscrizione gratuita a Il Ciocchetto Event 2022, saranno i like del pubblico, scegliendo sulla pagina Facebook Cioccorally, tra tutte le foto delle vetture pubblicate, quella che ritengono più in tema natalizio. Le votazioni sono aperte fino a oggi alle 13,50.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.