Quantcast

Castelnuovo- River Pieve, al Nardini la gara decisiva per il passaggio del turno

Il tecnico gialloblu Michele Biggeri: "Ce la metteremo tutta e anche di più per ribaltare il risultato"

“Il derby non si gioca: il derby si vince” diceva l’ ex allenatore giallorosso Rudi Garcia a proposito della stracittadina più infuocata d’Italia: quella della capitale. Ed è quello che dovrà provare a fare il Castelnuovo domenica (alle 15) contro il River Pieve.

Al River Pieve il primo derby di stagione con il Castelnuovo

Il risultato dell’andata (1 a 0 per i “millonaros”) lascia aperte le porte del passaggio del turno per entrambe le squadre. I gialloblu si giocheranno le proprie chance fra le mura amiche, ma al Nardini si troveranno a fare i conti con una massiccia emergenza difensiva (non ci saranno tre quarti della difesa titolare presentata all’andata): assenti gli squalificati Riccardo Biagioni e Inglese; il lungodegente capitan Pieroni; l’acciaccato Morelli, uscito claudicante dalla sfida di domenica scorsa. Unico superstite del quartetto arretrato sarà Bacci che, al netto di un piccolo fastidio muscolare accusato nella giornata di giovedì, dovrebbe fare coppia con il giovane Valiensi. Recuperato in extremis per la panchina Giusti. La fascia da capitano – dopo la mancata presenza nella sfida del Nobili – tornerà sul braccio di Lorenzo Biagioni, che riprenderà il proprio posto nel centrocampo gialloblu.

Nel River Pieve sicura l’assenza dello squalificato Leshi, con il ritorno in uno stadio ben conosciuto dagli ex Satti, Fontana, Filippi, Cecchini (autore del gol finora decisivo) e, soprattutto, dell’uomo che più di tutti ha fatto gioire i tifosi castelnuovesi sulle tribune del Nardini: Edoardo Micchi, oggi alla guida dei pievarini.

A Castelnuovo la fiducia in questo giovane gruppo di giocatori è tanta, così come la voglia di fare bene domenica alla prima ufficiale in casa: ”La scorsa domenica, in 9 contro 11 (poi 10, ndr), abbiamo messo l’anima e il corpo per rimanere in partita e giocarci tutto, con un risultato che ci fa credere sempre nella rimonta, al ritorno davanti al nostro pubblico – dice il tecnico gialloblu Michele Biggeri -, al di là delle pesanti assenze che sono state principalmente un nostro demerito. Penso che chiunque entri in campo domenica sia consapevole dell’importanza della partita e sono convinto che farà bene. Non dovremo avere fretta, ma la tranquillità di una squadra che sa qual è l’obiettivo da raggiungere alla fine. All’andata potevamo segnare anche un gol: domenica, quantomeno ce la metteremo tutta e anche di più per ribaltare il risultato”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.