Quantcast

La staffetta femminile del Gs Orecchiella Garfagnana di bronzo ai tricolori di corsa campestre

Primitive Niyirora, Cecilia Basso, Annalaura Mugno, Francesca Setti le fantastiche quattro in un weekend di ottimi risultati per la società

Il 13 ed il 14 marzo si sono svolti a Campi Bisenzio nel bel parco di Villa Montalvo, sotto l’egida Fidal e con l’ottima organizzazione dell’Atletica Campi, i campionati italiani di corsa campestre: una due giorni di forti emozioni, culminate nello storico podio tricolore conquistato dalla squadra femminile del Gs Orecchiella Garfagnana.

Ben 41 gli atleti e le atlete bianco-celesti ai nastri di partenza sulle varie distanze, nei settori assoluto, promesse, juniores, master.

Andiamo per ordine e cominciamo dal sabato, con le staffette master impegnate nel campionato italiano di categoria. Ai nastri di partenza 8 compagini bianco-celesti, 5 maschili e 3 femminili, che si sono aggiudicate ben 4 podi nelle rispettive categorie: argento per le staffette composte da Fabbri Leanna con Secci Gianfranca, Prunea Simona, Carradossi Simona – Dolfi Alice con Bramanti Agnese, Salas Palma Andrea, Shishkina Oxana; bronzo per le staffette composte da Ciabatti Odette con Neri Carla, Martinengo Gaudenzia, Pieroni Roberta – Giannotti Michele con Castelli Andrea, Mugno Francesco, Bevilacqua Raffaello. Ottimi piazzamenti per gli altri quartetti nelle relative categorie: quarto posto per Olivari Franco con Ceccarelli Marco, Toni Silvio, Moggia Gianni – Vassalle Andrea con Bianchi Antonio, Matteoni Federico, Tognetti Giacomo; sesto posto per Santucci Andrea con Navari Stefano, Dalle Mura Roberto, Cecconi Maurizio; decimo posto per Giusti Daniele con Guidi Maurizio, Bartelloni Franco, Matteoni Adriano.

Domenica grandissima attesa per le competizioni assolute, con la presenza dei migliori atleti e atlete nazionali ed internazionali ai nastri di partenza, tra i quali il campione del mondo di mezza maratona, l’ugandese Jacob Kiplimo.
Il Gs Orecchiella, dopo la brillante fase di qualificazione regionale, con la conquista del titolo toscano per la squadra femminile assoluta, il titolo di campione toscano per Ilian Angeli nella categoria Juniores, e il quinto posto per la squadra assoluta maschile, era alla ricerca della conferma a livello Italiano.

Nella gara femminile, di altissimo livello tecnico, il quartetto delle meraviglie composto da Primitive Niyirora, Cecilia Basso, Annalaura Mugno, Francesca Setti ha compiuto una impresa che non è eccessivo definire storica: una gara perfetta per le portacolori bianco-celesti sugli 8 chilometri di tracciato reso appesantito dal fango, che è valsa la conquista del podio tricolore nel campionato italiano di cross a squadre, alle spalle dell’Atletica Saluzzo e dell’Atletica San Marco di Brescia, quest’ultima tra l’altro a parità di punteggio, avanti grazie ai piazzamenti individuali.

Durante l’emozionante cerimonia delle premiazioni sono giunti i complimenti della Fidal nazionale e della Fidal Toscana nelle persone dei neopresidenti, rispettivamente Stefano Mei ed Alessandro Alberti.

Nella gara maschile, dominata come da previsioni dal campione del mondo di mezza maratona, l’ugandese Jacob Kiplimo, ottima gara per Simukeka Jean Baptiste, 16esimo al traguardo, molto bene anche il giovane Girma Castelli, Matteo Pelizza e Stefano Politi, tutti e tre al debutto in un campionato italiano assoluto di altissimo profilo, dopo la eccellente qualificazione nelle prove di San Miniato ed Arezzo.

Infine, a livello individuale, uno strepitoso Ilian Angeli si è imposto sul palcoscenico dei campionati italiani cogliendo un prestigioso 15esimo posto nella categoria junior, primo atleta toscano: con un ottimo riscontro cronometrico pur in condizioni ambientali difficili causa pioggia e grandine ha chiuso gli 8 chilometri su terreno fangoso con il tempo di 27’30 (media 3’26 al chilometro circa), a soli 37 secondi dal primo, in una gara dall’alto livello tecnico. Per il promettente atleta versiliese allenato da Massimo Santucci si preannuncia un importante futuro.

Risultanti rilevanti, con un bronzo tricolore che dà lustro a tutta l’atletica toscana, di buon auspicio per gli impegni futuri, che vedranno impegnata la società del presidente Pierotti anche nel campionato italiano di corsa in montagna, dove le ragazze dell’Orecchiella puntano a confermare e, ove sarà possibile incrementare i successi del 2020, che hanno portato alla vittoria del Gran Prix Fidal nazionale.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.