2020, meglio Ronaldo o Immobile in Serie A?

Più informazioni su

    Non c’è che dire: negli ultimi anni la Serie A, spesso bistrattata anche dagli stessi tifosi italiani, si è arricchita di bomber di razza. Il tutto a prescindere dall’inatteso arrivo di Cristiano Ronaldo, che nel 2018 ha fatto luccicare gli occhi a tutti i calciofili, aumentando l’interesse verso il campionato nostrano anche all’estero. D’altronde, il portoghese è indubbiamente uno dei calciatori più forti e temibili dell’epoca contemporanea, se non della storia. Ciononostante, finora il tanto sponsorizzato CR7 non è ancora riuscito a vincere la classifica dei marcatori. Prima Fabio Quagliarella e poi Ciro Immobile, infatti, gli hanno negato questa gioia personale. L’attaccante della Juventus ha comunque messo in bacheca due scudetti, ma quest’anno fa sul serio: al momento è lui il favorito principale per arrivare primo tra i cannonieri del campionato italiano.

    Volendo essere più crudi e diretti, l’innesto di Ronaldo non ha portato poi molto di nuovo alla Juventus, che già aveva inanellato una serie di 7 successi di fila in Serie A. In Champions League i bianconeri non hanno avuto molta fortuna, così come in Coppa Italia. Paradossalmente, il succitato Ciro Immobile ha fatto maggiormente la differenza aiutando la sua Lazio a tornare nell’Europa che più conta dopo svariati anni.

    Nella stagione 2019/2020 il bomber biancoceleste si è anche aggiudicato la Scarpa d’oro, battendo con 34 gol Robert Lewandowski, fermo a 34. Qualche addetto ai lavori non ha potuto fare a meno di storcere il naso considerando che in Bundesliga, dove gioca il polacco, il calendario è completamente diverso e prevede ben 4 giornate in meno rispetto alla Serie A, ma alla fine il centravanti del Bayern Monaco si è consolato con un bel “Triplete” e con diversi riconoscimenti personali da parte di UEFA e FIFA.

    Insomma, con giocatori del calibro di Cristiano Ronaldo e Ciro Immobile lo spettacolo è assicurato, ma fortunatamente l’Italia del pallone non conta solo su di loro. Non si può dimenticare il ritorno in pompa magna di Zlatan Ibrahimovic, che nel giro di pochi mesi ha radicalmente trasformato il Milan, portandolo ad essere addirittura favorito per lo scudetto, a distanza di 9 anni. La media-gol dello svedese è nettamente considerevole. Nonostante non concorra più per la classifica dei marcatori, anche Quagliarella conserva spesso il colpo in canna, mentre Belotti si sta ritrovando di recente. Nel 2020 è esploso invece il talento di Ciccio Caputo che ha conquistato meritatamente la Nazionale tramite il Sassuolo. Occhio anche a Muriel: il colombiano dell’Atalanta ha dimostrato di poter segnare a raffica pur partendo molto spesso dalla panchina.

    Tra campioni consolidati e sorprese dell’ultimo minuto, la rete è destinata a gonfiarsi. Analizzando i migliori 5 gol della Serie A nel 2020 ci si rende facilmente conto della bravura di molti attaccanti che magari fino a qualche anno fa erano passati sottotraccia. Il campionato italiano sta vivendo così una nuova giovinezza e adesso non rimane altro che far fruttare tutti questi gol anche all’estero. L’ultimo successo di una squadra italiana nelle coppe internazionali risale al 2010. La Nazionale azzurra, invece, si appresta a giocare l’Europeo dopo aver vinto tutte le gare del girone di qualificazione. I tempi sono maturi: è giunta l’ora che il calcio italiano torni a dominare la scena.

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.