Coronavirus, atteso il tampone di un giocatore: il Ghiviborgo rinvia l’incontro con Prato

Decisione della società in attesa di conoscere l'esito del test

Un sospetto caso di coronavirus di un tesserato del Ghiviborgo fa scattare il rinvio della partita di domenica prossima (25 ottobre) con il Prato. Lo ha chiesto e ottenuto dalla lega dilettanti la stessa società attraverso il segretario Mauro De Angelis che vi alleghiamo.

“Anche questa volta – spiega la società in una nota -, di fronte alla comunicazione del dirigente scolastico, per responsabilità sociale ed al fine di contenere la diffusione del virus per un presunto contagio indiretto di un nostro tesserato il Ghiviborgo ha sospeso gli allenamenti e richiesto il rinvio della partita in attesa delle decisioni delle autorità sanitarie e dell’esito del tampone del nostro tesserato”.

“Per il Ghiviborgo – va avanti la società –  la salute dei ragazzi , delle loro famiglie e delle nostre comunità in cui viviamo viene sempre prima rispetto al gioco del calcio. La partita sarà recuperata il 4 novembre. Vogliamo riconoscere pubblicamente l’efficienza e il funzionamento delle autorità preposte al contrasto del Covid 19, dalla direzione della scuola, alle strutture sanitarie dell’asl locale e regionale per il loro tempestivo rintracciamento sociale in questo momento di stress del sistema e di straordinari impegni personali in questa strenua lotta contro un male invisibile”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.