Calcio dilettanti, Mangini: “Non mancherà il sostegno alle società”

Ancora incertezza su una possibile ripresa dei campionato. Il presidente Figc-Lnd: "Serve anche tavolo di coordinamento Anci-Coni"

Il presidente della Figc-Lnd torna a parlare a società e atleti. Lo fa con un lungo video in cui parla di presente e futuro.

Paolo Mangini

Paolo Mangini parte subito con un chiarimento: “Ripartiremo solo – dice – solo se saranno garantire le condizioni di sicurezza con cui l’attività si deve svolgere, certificate dall’autorità sanitaria nazionale. Prima la salute e il benessere di tutti anche se la nostra speranza e il nostro sogno è quello di poter ricominciare e terminare questa stagione”.

Il problema di come, nel caso, concludere la stagione, rimane aperto: “Nulla è contenuto in statuti e regolamenti per situazioni di questo genere – spiega Mangini – quindi dobbiamo attendere le decisioni anche a livello nazionale”.

Il presidente, che predica in questo momento l’unità del calcio dilettantistico, guarda anche al futuro: “Noi dobbiamo proporre ipotesi per rendere meno incerto il futuro – dice ancora il presidente del calcio dilettantistico regionale – Già dal 9 marzo ho fatto la richiesta specifica al presidente Sibilia che la Lega nazionale dilettanti deve pensare a un intervento forte e incisivo per la diminuzione dei costi federali. Credo che il presidente Sibilia sia conscio di questo. A livello regionale con un istituto di credito sto iniziando a preparare un pacchetto di incentivi per i giovani calciatori e per le società”.

Mangini chiede un tavolo di coordinamento fra le diverse iniziative in atto: “Ci sono nella nostra regione diverse iniziative, degli enti locali e non solo – dice – A mio parere serve un tavolo di coordinamento che veda da una parte l’Anci e dall’altra il comitato regionale del Coni. Questo tavolo potrebbe fare due cose: avviare un confronto con le aziende di servizi per le sospensioni del pagamento delle utente nel periodo di non utilizzo e per contrattare i costi al momento in cui si ripartirà”.

“Di sicuro – chiude Mangini – la Lega Nazionale Dilettanti farà la sua parte. E sottolineo ancora una volta l’ìmportanza del volontariato, che è un volontariato quasi commovente, il più delle volte la parte traninante delle società. Anche per questo sono convinto che ce la faremo e ce la faremo tutti insieme”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.