Quantcast

Il Cefa stende anche Montecatini e continua la corsa in vetta

Coach Romani: "Adesso dobbiamo preparare bene la gara di Pistoia"

Cefa Castelnuovo – Brb Montecatini 68-52 ( 24-4; 36-15; 52-34)
CEFA: Galletti 2, Suffredini 2, Angelini A. 13, Guidugli 1, Angelini S. 30, Mandroni 6, Lana, Masini 4, Bertucci 8, Biagioni, Tosoni A, Grandini 2. All. Romani
BRB MONTECATINI: Nobile 18, Danesi 9, Mema 8,Cecchi 2, Tofanelli 4, Fidi, Meacci 11. All. Niccolai
ARBITRI: Natucci e Ariani

Il Cefa Basket Centro Computer domina lo scontro diretto con Brb Montecatini e rimane al vertice del campionato di Promozione. Partita molto più agevole del previsto con gli ospiti che si presentano con soli 7 effettivi e privi dei due migliori realizzatori. La sfida dura poco più di cinque minuti per gran merito dei gialloneri che spazzano via gli avversari con un primo quarto devastante che si chiude sul 24-4. Difesa monumentale sia a tutto campo che a metà e molte situazioni di contropiede.

Di lì in poi la partita dei padroni di casa scema di intensità e qualità con gli ospiti che restano sempre tra il -15 e il -25 senza che Angelini e co riescano a premere fino in fondo il pedale dell’acceleratore. Le rotazioni sono ampie e la partita scivola via senza storia con un 68-52 finale che poteva essere molto più ampio ma che comunque sancisce il 2-0 negli scontri diretti. Tra i gialloneri bene Simone Angelini a livello realizzativo, apprezzabile anche la prova di Mandroni e Guidugli mentre Andrea Angelini ha fatto la differenza nella metà campo difensiva.

Adesso i ragazzi di Romani sono attesi da un tour de force con 4 partite in due settimane di cui 3 in trasferta. “Si comincia da quella di Pistoia sabato 15 – commenta coach Maurizio Romani – in queste situazioni non è facile giocare perchè gli altri non avevano niente da perdere e il rischio di fare una figuraccia era tutto sulle nostre spalle. Ma il primo quarto ha spazzato via ogni dubbio e devo ringraziare i ragazzi che hanno di fatto chiuso la pratica in meno di 10 minuti. Sono meno contento dei tre quarti successivi dove siamo stati troppo superficiali limitandoci a gestire i 20 punti di vantaggio”.

“In particolare – prosegue – c’è stata poca attenzione difensiva e in attacco ci siamo accontentati di soluzioni perimetrali quando i nostri avversari non avevano intimidatori e grossa presenza in area. Se è vero che è difficile giocare forte contro un avversario che in pratica era ko dopo 7-8 minuti è altresì vero che il salto di qualità passa dalla capacità di stare sul pezzo per 40′ sempre e comunque. Adesso dobbiamo prepararci bene alla gara di Pistoia che sebbene abbia vinto solo due volte ha dato prova di essere molto combattiva e in diverse occasioni ha messo in grossa difficoltà le squadre di alta classifica”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.