Partecipazione e sviluppo, fondi per accoglienza migranti destinati agli aiuti alimentari

Verranno acquistate derrate alimentari da destinare alle famiglie bisognose

L’associazione di volontariato Partecipazione e Sviluppo, che sul territorio del comune di Bagni di Lucca e in altri comuni della Mediavalle ha gestito l’accoglienza e la gestione dei richiedenti asilo, è risultata vincitrice del bando regionale per la concessione a soggetti del terzo settore di contributi in ambito sociale, con il progetto Formazione-volontariato-integrazionI ottenendo un contributo complessivo di euro 3313,50.

Il progetto prevedeva il coinvolgimento di tre Comuni (Barga, Pescaglia e Bagni di Lucca) con quest’ultimo che, purtroppo, non è riuscito a far pervenire la propria adesione in tempo utile prima della scadenza del bando. In conseguenza di ciò, il progetto si è sviluppato in partenariato con la Croce Rossa di Bagni di Lucca e la collaborazione dei soli Comuni di Barga e Pescaglia.

Il progetto verteva sulla diffusione nelle scuole medie di Barga e Pescaglia delle attività e della cultura del volontariato con la partecipazione della Croce Rossa e di alcuni richiedenti asilo che tuttora fanno attività di volontariato nelle associazioni della Mediavalle. Purtroppo, per il diffondersi della pandemia da Covid-19, la Regione stessa ha sospeso a tempo indeterminato la realizzazione del progetto senza, però, reincamerare il contributo concesso.

L’associazione Partecipazione e Sviluppo, visto che stanno aumentando nei Comuni della Mediavalle situazioni di povertà e marginalità anche fra cittadini italiani, ha chiesto e ottenuto dalla Regione che il contributo concesso fosse trasformato in derrate alimentari da condividere con gli assessorati al sociale dei Comuni di Barga (nella persona dell’assessore Sabrina Giannotti e sindaco Caterina Campani) e di Pescaglia (assessore Beatrice Gambini e sindaco Andrea Bonfanti) che poi, insieme alla Croce Rossa di Bagni di Lucca (presidente Moreno Fabbri) avrebbero pensato alla loro distribuzione ai cittadini più sfortunati e bisognosi.

In questo periodo di pandemia e contrazione di consumi, l’associazione ha pensato di acquistare le derrate e altri beni a rivenditori locali come negozi e supermercati ubicati nei Comuni di Barga e Pescaglia.

Tuttavia, l’associazione Partecipazione e Sviluppo con il suo presidente, Alessandro Ghionzoli insieme alla cooperativa Solidarietà e Sviluppo che, tra l’altro, gestisce l’infopoint del Comune di Bagni di Lucca, non hanno voluto dimenticare il territorio di Bagni di Lucca (dove, tuttora, hanno la propria sede) e, in questa circostanza, destineranno, in aggiunta al contributo della Regione Toscana e attingendo alle proprie casse, la somma di 800 euro a favore dell’Auser (presidente Gemma Fazzi) che è la capofila della rete di solidarietà alimentare di Bagni di Lucca, perché distribuisca ai cittadini più indigenti del Comune le derrate acquistate presso i negozi locali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.