Quantcast

Tagliasacchi: ‘Turismo al centro nei prossimi 5 anni’

“I cittadini hanno riconosciuto il lavoro che è stato fatto in questi cinque anni, con cantieri aperti per oltre 50 milioni di euro che sono stati aperti e che cambieranno la vita della comunità”. Mostra grande soddisfazione ma anche convinzione nel lavoro svolto negli ultimi 5 anni Andrea Tagliasacchi, sindaco di Castelnuovo, riconfermato alla guida del capoluogo della Garfagnana dopo le elezioni di domenica scorsa. L’ex presidente della Provincia ha ottenuto un numero maggiore di voti rispetto a 5 anni fa ed ha largamente battuto la sua sfidante, Silvia Bianchini (staccata di quasi mille preferenze). Messi da parte i festeggiamenti per la vittoria, il primo cittadino di Castelnuovo si è già rimesso a lavoro. Questa mattina infatti (29 maggio) ha presenziato ad un convegno sul turismo che “sarà un aspetto centrale dei prossimi 5 anni”.

“Ci siamo approcciati ai cittadini in maniera molto costruttiva, consci del buon lavoro fatto in questi anni – ha commentato Tagliasacchi, che ha voluto dedicare la vittoria a Yuri Micchi, giovane medico impegnato nella vita sociale di Castelnuovo, scomparso da poco più di un anno – Abbiamo portato a casa investimenti sul territorio, tra pubblico e privato, per oltre 50 milioni di euro. Alcuni cantieri sono già partiti, altri lo faranno presto e cambieranno il volto della nostra comunità. I cittadini lo hanno capito e ci hanno premiati. Ringrazio tutti per la grande fiducia riposta nei miei confronti”.
Per quanto riguarda la giunta, la squadra che ha accompagnato Tagliasacchi nel suo primo mandato dovrebbe essere in gran parte confermata ma sicuramente ci sarà da attendersi qualche “new entry”: “Non ci ho ancora messo la testa – ammette il sindaco -. La squadra in questi 5 anni si è molto consolidata, siamo un bel gruppo e abbiamo lavorato bene. Sicuramente qualche novità ci sarà ma non prevedo grossi stravolgimenti”.
Tagliasacchi ha poi una parola anche per la sfidante sconfitta, Silvia Bianchini che siederà all’opposizione: “mi auguro che con l’opposizione possa esserci un dialogo costruttivo, così come è stato durante la campagna elettorale. Quello che a noi preme è il bene di Castelnuovo e da questo punto di vista non sbattiamo la porta in faccia a nessuno”.
A Castelnuovo si è verificato il fenomeno che ha caratterizzato anche gli altri comuni della provincia dove si votava sia per le europee che per le amministrative: cioè la conferma dell’amministrazione uscente o comunque la vittoria di un esponente dello stesso schieramento politico, questo nonostante il boom della Lega alle elezioni europee. Un dato importante, specie se riferito ai Comuni dove le amministrazioni uscenti erano di centro sinistra. “Ci tengo però a precisare che la mia era comunque una lista civica – sottolinea Tagliasacchi – con un’apertura molto ampia e che ha abbracciato esperienze molto diverse tra di loro. All’interno della nostra squadra c’era chi, come me, aveva già fatto politica e chi invece era alla prima esperienza. Credo che la differenza l’abbia fatta il lavoro che è stato fatto in questi primi 5 anni. Per noi hanno parlato i dati”.
Un risultato ottenuto in questi primi 5 anni di cui è particolarmente orgoglioso e uno per i prossimi 5 su cui puntare? “Credo che la riqualificazione della zona industriale della ex Valserchio sia un risultato davvero importante. Un’operazione, da sola, del valore complessivo di 13 milioni di euro – commenta Tagliasacchi -. Essere riusciti a portare a casa questo risultato è straordinario: recuperare a favore della comunità un’area così grande a pochi metri dal centro storico del nostro borgo è davvero qualcosa di importante. La sfida ora è riuscire a far vivere questa area”.
“Per quanto riguarda i prossimi 5 anni invece – aggiunge il primo cittadino – l’obiettivo è quello della riconversione al turismo del nostro borgo. Su questo c’è già un progetto in fase avviata che è quello dei lavori alla Rocca Ariostesca. A giorni sarà ufficializzata la ditta che si occuperà i lavori. Riuscire a trasformare la rocca in un museo multimediale sarebbe molto importante e contribuirebbe a riqualificare tutta Castelnuovo. In un momento in cui le attività commerciali tradizionali sono in crisi, il turismo diventa un aspetto fondamentale e sarà al centro del nostro lavoro nei prossimi 5 anni. D’altronde, il nostro è un borgo che non ha niente da invidiare agli altri di tutta Italia”.
Ma uno come Tagliasacchi, che ha ricoperto anche il ruolo di presidente della provincia, non ha l’ambizione di proseguire la propria carriera politica in altri lidi? “Per adesso mi concentro sui prossimi 5 anni. Avere il compito di amministrare la cittadina dove sono nato e cresciuto è una grande emozione ma anche una forte responsabilità. Al resto non ci penso”.

Luca Dal Poggetto

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.