Borgo alle urne, l’appello di Benedetti

Silenzio elettorale alle porte e arriva l’appello di Cristina Benedetti di Orgoglio Comune. Un appello al cambiamento dopo cinque anni di amministrazione Andreuccetti: “Lo voglio indirizzare – dice Benedetti – soprattutto a coloro che pensano che un sindaco, dopo il primo mandato, debba essere incondizionatamente riconfermato. Io, invece sono convinta che per migliorare bisogna avere il coraggio di cambiare e nel comune di Borgo a Mozzano c’è necessità di cambiamento, nel merito ma soprattutto nel metodo, per poter uscire dall’immobilità di questi 5 anni. Se abbiamo un bellissimo complesso delle Oblate, un teatro a Valdottavo, una nuova biblioteca, un istituto tecnico, un Palasport, un centro intercomunale di protezione civile, un frantoio della Media Valle, una nuova caserma dei carabinieri, una piscina, strade e piazze riqualificate in asfalto natura e tanto altro, lo si deve ai vari sindaci che si sono succeduti fino al 2014. Quest’ultima amministrazione, invece, sarà ricordata per una scellerata rinegoziazione dei mutui, la ristrutturazione di due vecchi edifici scolastici, un progetto Led che fa guadagnare altri piuttosto che risparmiare il Comune, per una serie di lavori iniziati al fotofinish ma soprattutto e tristemente per aver diviso la comunità in “con noi e contro di noi” perché si sa, dividi et impera docet”. 

“Noi di Orgoglio Comune rappresentiamo il cambiamento – conclude Benedetti – soprattutto nel metodo basandoci sulla partecipazione, la condivisione e l’ascolto ma abbiamo anche progetti concreti e credibili che con passione, entusiasmo e competenza realizzeremo. Votare è un dovere prima che un diritto e l’elezioni amministrative sono le più importanti, perché è dalla base che si comincia a cambiare. Domenica 26 dobbiamo dare inizio al cambiamento e per questo devi votare Orgoglio Comune”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.