Al Barga Jazz Club arrivano i Bliss e l’Afroquiesa orchestra

Doppio appuntamento per il Barga Jazz club. Venerdì (12 aprile) l’associazione culturale propone il live di Bliss, il trio delle ballate blues, del grunge anni ’90 e delle improvvisazioni inedite composto da Cristina Alioto, Mauro Avanzini e Daniele Paoletti. Sabato (13 aprile) ad esibirsi, sempre alle 22, sarà invece l’AfroQuiesa orchestra. 

Cristina Alioto è cantante e musicista, ha studiato con Mauro Avanzini e Germana Giannini, ha seguito corsi con Amelia Cuni, Elena Ledda, Luigi Bonafede e suonato con Pietro Leveratto, Antonello Salis, Alberto Capelli, Lauro Rossi, Roberto Cecchetto, Andrea Melani, Mauro Avanzini. Tra le sue collaborazioni risalta quella con la danzatrice Annalisa Maggiani. Ha lavorato all’interno del Teatro della voce di Bologna, portando avanti la ricerca sull’espressione vocale. Nel 2000 dà vita al progetto corale voci di Cora con un repertorio di musica etnica. Sempre nel 2000 ha inciso per la Felmay il cd La volta del suono. E’ voce solista del gruppo Viramundo che lavora sulla musica brasiliana, le liriche di Pessoa e il jazz contemporaneo. Dal 2006 entra a far parte del gruppo Les Anarchistes dopo aver partecipato alle registrazioni dei loro dischi come ospite. Opera inoltre all’interno del collettivo Fluxloft di Sarzana come cantante e sassofonista, lavorando sul jazz e sulla musica improvvisata e partecipa al progetto Area portato avanti dal collettivo Bassesfere di Bologna. Per il teatro stabile di Genova, ha lavorato come cantante e musicista all’interno dello spettacolo India di Mara Baronti. Mauro Avanzini, alto sassofonista, flautista, compositore è rincipalmente autodidatta. Per un periodo studia con Pietro Tonolo e frequenta vari corsi di musica d’insieme con Enrico Rava, Steve Lacy e Dave Liebman. Ha collaborato con importanti musicisti sia suonando in numerose rassegne nazionali ed europee, sia registrando dischi sia scrivendo composizioni. Daniele Paoletti, batterista livornese si è esibito molte volte su palco del Barga Jazz club con numerose formazioni. Collabora con l’Orchestrino e Bobo Rondelli, con Tim Berne, Gabrio Baldacci, dal trad jazz fino all’avanguardia. Particolarmente interessante è il progetto Mr, Rencore dove Paoletti suona batteria, percussioni e synth insieme a Gabrio Baldacci e Beppe Scardino.

Sabato (13 aprile) dalle 22 sul palco di via del Pretorio salirà invece l’Afroquiesa orchestra, composta da Emanuele Volpi alla chitarra, Alessandro Andreoni al basso, Tommaso Marraccini alla batteria, Gabriele Guidi alle percussioni, Andrea Battistoni alla tromba, Alessandro Giannotti al trombone, Ilaria Sebastiani al flauto e Gabriel Petretti al sassofono. Afroquiesa orchestra nasce alla fine del 2015 da un’idea del batterista Tommaso Marraccini e del chitarrista Emanuele Volpi. Intorno alla fine dell’estate 2016 la formazione, che propone brani strumentali di propria composizione con influenze jazz, funk e world music, si stabilizza con l’attuale formazione. Il 14 settembre 2018 esce il loro primo disco omonimo di musiche inedite, in copia fisica e su tutte le piattaforme musicali online. Entrambe le serate sono riservate ai soci Acsi. Per informazioni e prenotazioni scrivere all’indirizzo segreteria@bargajazzclub.com.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.