Quantcast

Fiom denuncia: “Allontanata da Kme per le sue idee”

“Nei giorni scorsi la Coop Fanin ha informato una propria dipendente che non potrà più svolgere il proprio lavoro nello stabilimento di Kme a Fornaci di Barga dove ha lavorato per 21 anni”. Questa la denuncia di che arriva da Mauro Rossi della Fiom Cgil su un nuovo spiacevole episodio avvenuto nello stabilimento di Fornaci di Barga. Secondo il sindacato, questa sarebbe una ripercussione in piena per le idee manifestate dalla lavoratrice.

“La decisione non dipenderebbe da Fanin ma direttamente da Kme – afferma Rossi – tanto è vero che la direzione aziendale di Fanin ci ha assicurato che la lavoratrice non avrà ripercussioni e che le ore che finora svolge saranno lasciate inalterate seppur in altra occupazione. Non vorremmo che con questa iniziativa si volesse mettere in discussione, e negare, il diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero che è previsto dall’articolo 21 della nostra Costituzione”. “Ci sembra – conclude Rossi – che si tratti di un comportamento inaccettabile da parte di una società come Kme dalla quale ci aspetteremmo almeno di conoscere le vere motivazioni di questa decisione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.