Quantcast

Barga, riapre l’asilo a San Pietro in Campo

Lunedì (26 novembre), dopo alcuni importanti interventi, l’asilo nido di San Pietro in Campo ritorna nella sua storica sede. A darne notizia il sindaco di Barga, Marco Bonini, con la consigliera delegata alle politiche giovanili e infanzia, Sabrina Giannotti. Grazie ai lavori voluti e realizzati dall’amministrazione comunale il servizio tornerà a pieno regime con la possibilità di ospitare oltre trenta bambini. Dopo un primo intervento relativo a verifiche sismiche e antincendio per un investimento con fondi comunali di 40mila euro si è concluso adesso quello realizzato dalla ditta Pietro Lorenzini di Barga. In questa fase sono stati investiti 280mila euro grazie anche alla compartecipazione per oltre 125mila euro della Fondazione Cassa di risparmio di Lucca, sempre sensibile verso la messa in sicurezza degli edifici scolastici.

 

Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Bonini: “Dopo un anno di lavoro possiamo restituire alle famiglie il nostro nido e, cosa importante, aumentare i posti disponibili. Nella sua sede in San Pietro in Campo infatti a regime possono iscriversi oltre trenta bambini. Una doppia soddisfazione perché in questo modo andiamo anche incontro alle esigenze di molti genitori dando una risposta concreta ai bisogni giornalieri delle famiglie ed inoltre abbiamo una struttura sicura e a misura di bambino”.
Lo scorso anno infatti il nido fu chiuso a seguito della necessità di operare degli interventi di adeguamento alla sede. Durante la fase transitoria dei lavori, bambini e personale furono trasferiti in alcune aule messe a disposizione dalla scuola dell’infanzia di Castelvecchio Pascoli. Questo aveva però comportato una riduzione dei bambini che frequentavano il nido. Adesso con il ritorno nei rinnovati locali della struttura di San Pietro in Campo i piccoli iscritti potranno essere 26, passando a 33 a regime.
“A questo proposito – spiegano il primo cittadino e la consigliera Giannotti – vorremmo ringraziare soprattutto la dirigente dell’istituto comprensivo di Barga, Patrizia Farsetti, per la disponibilità che ha dimostrato in questa situazione transitoria ospitando i bambini nei locali dell’Infanzia di Castelvecchio. Ma anche la cooperativa che gestisce il nido e le educatrici che si sono impegnati in questa non semplice fase senza far mai mancare l’attenzione verso i bisogni dei più piccoli e la consueta professionalità che abbiamo già visto in questi anni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.