Quantcast

Chiude sportello Crl alla Kme, Rsu protesta

Chiude lo sportello della Cassa di Risparmio di Lucca all’interno dello stabilimento Kme di Fornaci. Sul tema interviene la Rsu Uilm dell’azienda composto da Stefano Tortelli, Mauro Maier, Stefano Bertolini, Luca Bonomini, Tiziano Ciutelli.
“Riceviamo molte lamentele – dicono dalla Rsu – da parte di lavoratori della Kme che ci esprimono la loro contrarietà per la decisione presa dalla Cassa di Risparmio di Lucca di chiudere lo sportello di Fornaci di Barga all’interno dello stabilimento. Dopo la decisione di Kme di chiudere l’entrata storica in mezzo al paese, ingresso dove centinaia di lavoratori transitavano giornalmente, oggi gli stessi si vedono privare anche della banca “interna”. Questa filiale è un pezzo di storia della fabbrica e di Fornaci di Barga, dove nel corso degli anni tantissimi lavoratori hanno depositato i propri risparmi e effettuato le proprie operazioni bancarie, una clientela molto affezionata che ha mantenuto il proprio conto corrente anche dopo il raggiungimento della pensione. Crediamo che la scelta di Kme di chiudere il cancello principale e della banca di chiudere lo sportello siano sbagliate e da rivedere”.

“Per quanto riguarda la decisione della banca – prosegue – si va a togliere un servizio e una comodità che se viene meno potrebbe far prendere ai lavoratori scelte diverse come quella di togliere il proprio conto corrente e portarlo in un’altra banca concorrente. La stessa strada la potrebbero percorrere anche molti pensionati che negli anni sono restati affezionati clienti, tra cui tanti di loro non sono residenti a Fornaci ma provenienti da paesi limitrofi. Inoltre la location della banca fa sì che ci sia molto passaggio che aiuta le attività commerciali situate nelle sue vicinanze”.
“Invece per quanto riguarda l’ingresso principale chiuso ormai da qualche anno – conclude la nota – come Rsu Uilm ne richiediamo l’apertura. E’ da mesi che denunciamo all’azienda una carenza di posti auto vicino ai due parcheggi adiacenti alla nuova entrata che sono giornalmente pieni, creando problemi ai dipendenti che devono così parcheggiare la propria auto distante dall’ingresso. Riaprire lo storico cancello dando la possibilità ai lavoratori di alcuni reparti di poter passare sia in entrata che in uscita dei turni dalla vecchia entrata darebbe l’opportunità di parcheggiare la propria auto nel piazzale Don Giovanni Minzoni (piazzale della chiesa) più vicino e più comodo, risolvendo così un annoso problema. Chiediamo quindi a Kme e alla Cassa di risparmio di Lucca di tornare sui propri passi e di rivedere le proprie posizioni: riaprire lo storico portone risolverebbe il problema del parcheggio, tenere aperto lo sportello vorrebbe dire dare un miglior servizio ad una intera comunità”.

 

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.