Quantcast

Stefano Martinelli campione R1 del tricolore su “terra”

Stefano Martinelli, fresco campione italiano Rally R1, ha chiuso la sua stagione ufficiale con un secondo titolo, quello della Coppa Aci Sport R1 del campionato italiano Rally Terra. Il portacolori della Gr Motorsport, affiancato dall’esperto, oltre che amico, Giuseppe Bernardi, durante il fine settimana appena trascorso, ha corso al Rally della Val d’Orcia (Radicofani-Siena), ultima prova del campionato “delle strade bianche”, finendo primo di categoria con oltre cinque minuti di margine sul secondo arrivato.

Avendo partecipato alle due gare su fondo sterrato del tricolore assoluto, i rallies Adriatico e San Marino, Martinelli e trovandosi al secondo posto della classifica di categoria, Martinelli aveva deciso di provare a mettersi in tasca un altro secondo ed importante alloro, che poi ha incamerato senza eccessive difficoltà, chiudendo il classico cerchio di una stagione che si può definire soltanto come eccellente.
Sulle difficili e selettive strade dell’entroterra senese, Martinelli e Bernardi non hanno cercato alcun eccesso o spunto velocistico, hanno sfruttato al meglio possibile la vettura e gli pneumatici, per andare dritti all’obiettivo dell’alloro nazionale sulle “strade bianche”.
“Tutto ok – è il commento di Stefano Martinelli – Siamo arrivati in Val d’Orcia esclusivamente per cercar di portare a Barga anche il secondo titolo. Non abbiamo fatto nulla di più che controllare la situazione e di preservare al massimo la meccanica della vettura, reduce da una dura battaglia a Verona, un ritiro avrebbe generato un nulla di fatto. Ottime le sensazioni sentite sullo sterrato, ottime anche quelle con l’amico Bernardi al fianco. Direi che è stato un chiudere nel modo migliore il cerchio di una stagione esaltante, indimenticabile”.
Oltre alla competizione tricolore, la mission di Stefano Martinelli anche durante la stagione sportiva 2017 è stata quella di onorare al massimo possibile il patrocinio, a titolo non oneroso, concessogli dal Comune di Barga. Al pilota ed alla sua programmazione sportiva di quest’anno è stata di nuovo riconosciuta la grande valenza di comunicatori itineranti del territorio barghigiano in Italia.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.