Quantcast

Scoprono i ladri in casa e li mettono in fuga

E’ una banda di pendolari dei furti, a tutti gli effetti, quella arrestata dai carabinieri dopo due colpi in abitazioni del barghigiano, domenica scorsa (3 settembre). I militari della stazione di Fornaci di Barga e quelli del Norm, guidati dal capitano Paolo Volonté, stanno adesso cercando di capire se i tre giovanissimi albanesi finiti in manette possano aver compiuto altri furti in zona o se siano anche gli autori di un raid risalente al 26 agosto scorso a Sesto di Moriano, dove uno dei malviventi, anche lui di nazionalità albanese, venne acciuffato dalla polizia dopo un inseguimento sulla Lodovica.
I ladri sono stati bloccati a qualche ora dai furti alla stazione di Fornaci, dove stavano attendendo il primo treno per Lucca. Qui avevano probabilmente la loro “base” logistica, sospettano i militari che li hanno arrestati. Si tratta di tre giovani, tutti già noti per precedenti specifici, di 26, 19 e 18 anni: stamani sono comparsi davanti al gip per l’udienza di convalida.

Sono accusati di furto aggravato e continuato in concorso, ma il loro raid è miseramente fallito, visto che i carabinieri hanno recuperato l’intera refurtiva, circa 3mila euro in contanti e gioielli trafugati da due case di Pedona, frazione del comune di Barga. Resta da capire a chi appartenga una parte di quella refurtiva, che non è stato possibile ricondurre ai due furti scoperti. I malviventi hanno agito sprezzanti di ogni rischio, prendendo di mira due abitazioni con i proprietari che stavano dormendo in camera da letto. Nel primo caso, il colpo è andato a segno senza che gli inquilini si accorgessero di nulla. I ladri sono entrati forzando una serratura e hanno ripulito i cassetti dove hanno trovato gioielli e denaro contante.
Poco dopo hanno preso di mira una casa che si trova nelle vicinanze del primo furto. Sono entrati attorno alle 3 della notte tra sabato e domenica scorsi ma nel frugare nelle stanze hanno svegliato i proprietari, una coppia di anziani che è sobbalzata nel letto. Il padrone di casa si è alzato ed è andato a vedere cosa stesse accadendo ma si è imbattuto in uno dei tre ladri, facendoli fuggire tutti. Era buio, ma le vittime sono riuscite a dare una descrizione di almeno uno della gang. Che poco dopo è stato individuato alla stazione di Fornaci, insieme agli altri due presunti complici che si nascondevano nelle vicinanze.
I carabinieri, infatti, avevano iniziato immediatamente una vera e propria caccia all’uomo. Nel corso delle ore era emerso il sospetto che i tre, che risultavano fuggiti a piedi, potessero aver scelto proprio il treno per lasciare la Valle del Serchio. Così sono state controllate anche le sale d’aspetto delle stazioni della zona, fino a quando, attorno alle 6,30 di domenica mattina i tre non sono stati individuati a Fornaci. Addosso avevano la refurtiva dei due colpi appena consumati.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.