Quantcast

Le rubriche di Serchio in diretta - in Regione

Da Unicredit 5 milioni per la nuova Rsa di Castelnuovo di Garfagnana

La donazione permetterà a Codess Sociale, gestore della struttura, di erogare prestazioni gratuite a favore di persone in situazione di disagio

La società Senectus Srl, appartenente al Gruppo Carron, ha siglato un accordo con Unicredit per un finanziamento a impatto sociale finalizzato alla costruzione di una nuova Rsa (residenza sanitaria assistita) a Castelnuovo di Garfagnana, in località alle Monache.

L’operazione, del valore di 5 milioni di euro, porterà in tempi rapidi (20-24 mesi) all’edificazione di una struttura su tre piani, con 120 posti letto convenzionabili con il servizio sanitario nazionale. La nuova Rsa, che porterà alla creazione di oltre 100 nuovi posti di lavoro, verrà poi gestita dalla Codess Sociale onlus, tra le più grandi realtà in Italia ad occuparsi della gestione di residenze socio-sanitarie oltre che di servizi rivolti ai minori, alla prima infanzia e alla disabilità.

L’accordo prevede inoltre un’erogazione liberale da parte di Senectus in favore della Codess Sociale che utilizzerà tali fondi per fornire prestazioni gratuite a favore di persone che si trovino in situazione di disagio (ad esempio servizi domiciliari ad anziani in stato di indigenza, non ospitati nelle strutture residenziali).

Il Gruppo Carron, operativo da circa 60 anni, è oggi una delle più importanti realtà italiane nel campo dell’edilizia di opere civili e infrastrutturali, impiega oltre 250 dipendenti, con un indotto di circa 1000 lavoratori, e raggiunge un fatturato che sfiora i 250 milioni di euro.

Codess Sociale operativa da oltre 40 anni, è oggi una delle primarie realtà italiane nella gestione di servizi socio-sanitari ed educativi, impiega oltre 3500 dipendenti, raggiunge un fatturato di 150 milioni di euro, e ha un progetto di sviluppo che consentirà entro i prossimi 5 anni di accogliere nelle proprie residenze per anziani oltre 10mila ospiti rispetto agli attuali 3 mila.

“Interventi come questo – spiegano da Unicredit – dimostrano come, lavorando in una logica di concerto, sia possibile realizzare investimenti ad alto valore aggiunto per i territori e le comunità coinvolte. Prosegue così l’impegno di Unicredit nel sostenere progetti e realtà imprenditoriali e del terzo settore che fanno concretamente della sostenibilità, nelle sue varie accezioni, la propria chiave di volta”.

“Per noi il concetto di sostenibilità non è più un concetto astratto – commenta Barbara Carron, responsabile Carron Spa del progetto di sostenibilità – Sempre più le aziende devono includere nel proprio business anche la dimensione sociale ed ambientale oltre a quella economica. Ogni impresa indipendentemente dalle dimensioni e dagli ambiti di attività opera sempre più all’interno di un sistema globalizzato, che impatta e da cui è impattata. Bisogna ragionare in una prospettiva di lungo periodo sostenendo un vero e proprio cambiamento culturale. Unicredit è da sempre nostro partner di fiducia, ed anche per queste iniziative è un nostro punto di riferimento”.

L’intervento della banca rientra nel più ampio ambito di attività della Social Impact Banking, l’iniziativa lanciata da Unicredit nel 2017 con l’obiettivo di identificare, finanziare e promuovere persone e imprese che possono avere un impatto sociale positivo.

Più nel dettaglio il prestito è un’operazione di Impact Financing, rientrante cioè nel novero delle attività di sostegno della banca a imprese profit e non profit che abbiano evidenti intenti sociali addizionali e misurabili, nei settori come sanità e assistenza sociale, educazione e formazione, recupero delle periferie e beni/aree restituiti al territorio, alloggio sociale e tutela e valorizzazione del patrimonio artistico e culturale, turismo sociale e agricoltura sociale, oltre a qualunque settore che favorisca l’inserimento lavorativo di categorie svantaggiate. L’offerta propone finanziamenti agevolati e la possibilità per le imprese eleggibili di beneficiare di una liberalità o di una parziale retrocessione degli interessi al raggiungimento di predeterminati obiettivi condivisi (Pay for success) e accompagnamento a cura dei volontari di UniGens.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.