Quantcast

Post falsi di Enrico Rossi, la Regione denuncia chi diffonde fake news

Tutti i messaggi, già raccolti e catalogati, saranno inviati alla polizia postale e alla magistratura

La Regione Toscana procederà con la denuncia degli autori dei post falsi sul presidente Enrico Rossi e contro chi contribuirà alla loro diffusione. Già nelle scorse settimane erano circolati in rete e sui social network alcuni tweet e messaggi relativi all’emergenza attribuiti al presidente ma provenienti da account falsi. Post e immagini che in queste ore hanno ripreso a circolare.

La Regione aveva già diffidato dal veicolare questo materiale, soprattutto in una fase così grave dell’emergenza sanitaria. L’appello è caduto nel vuoto e quindi l’ente procederà contro gli autori dei post falsi e anche contro chi – pur diffidato – contribuirà alla loro diffusione. Tutti i messaggi, già raccolti e catalogati, saranno inviati alla polizia postale e alla magistratura.

Contemporaneamente, l’avvocatura regionale si attiverà su Facebook e Twitter per chiedere la rimozione di questi post. Gli eventuali risarcimenti economici saranno destinati al potenziamento del servizio sanitario regionale e alla Protezione civile regionale.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.