Dalle opportunità del Pnrr fino alle elezioni politiche, Puppa e Baccelli: “Bene l’accordo dem con Calenda” foto

Il consigliere regionale: "Una candidatura di Remaschi? Deciderà il nazionale ma vorremmo un candidato dem per la Camera"

Dalle scuole, alla viabilità fino alle opportunità per l’intero territorio della Valle del Serchio e della Garfagnana legate ai fondi Pnrr. Comincia con uno sguardo al futuro la festa dell’Unità a Gallicano. L’occasione è stato l’incontro agli impianti sportivi con il consigliere regionale Mario Puppa e l’assessore regionale alle infrastrutture, trasporti, urbanistica e pianificazione Stefano Baccelli. Non potevano certo mancare riferimenti all’appuntamento elettorale del 25 settembre prossimo.

Dopo i ringraziamenti ai volontari per la gestione del coronavirus durante il lockdown i due esponenti dem sono passati all’attualità.
Le parole chiave sono state il superamento delle diseguaglianze e l’importanza del giusto salario, “più che del salario minimo”, ha suggerito Mario Puppa. Per l’ex sindaco di Careggine è necessaria la continuità per l’agenda Draghi. Poi subito un riferimento all’accordo del Pd con Azione e +Europa. Ma sull’ipotesi di una candidatura di Marco Remaschi ha dichiarato che la scelta nel caso sarà fatta a livello nazionale, aggiungendo di auspicare una candidatura dem per la Camera da affiancare a quella per il Senato, ormai ufficiale, di Andrea Marcucci.

Anche l’assessore Stefano Baccelli si è soffermato sulla capacità politica dell’ex capo della Bce, senza risparmiare stoccate al centrodestra e definendo “non adatta” la figura di Giorgia Meloni come possibile premier in caso di vittoria della coalizione per le sue posizioni riguardo l’Unione Europea.

Poi si è concentrato sulla partita locale con il nuovo collegio alla Camera che oltre la provincia lucchese comprende la zona pistoiese della Valdinievole. Per Baccelli la ricetta di Letta può essere vincente e per questo auspica la presentazione di figure che spazino anche dai Verdi fino ai partiti di Calenda e Bonino.

Per i problemi della zona l’assessora ha risposto sulla questione legata ai problemi strutturali del ponte di Piazza al Serchio, svincolo importante di collegamento dell’area dell’alta Garfagnana alla Lucchesia: “Gli ingegneri e gli esperti stanno ancora valutando le dinamiche del cedimento, purtroppo non è ancora possibile sapere la tempistica dell’eventuale ricostruzione o ristrutturazione del ponte”.

A seguire Mario Puppa si è spostato ai temi locali tra lavoro, spopolamento dei paesi, istruzione, viabilità e sanità. Il consigliere regionale conferma che i soldi del Pnrr serviranno per rimediare alle criticità del territorio. Poi le previsioni sul voto in Toscana: “Sono sicuro – ha detto Puppa – che i toscani ci sosterranno visto la nostra gestione a livello regionale, siamo competitivi e abbiamo tutte le chance per contrastare l’avanzata delle destre”.

Gian Marco Bertei

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.