Quantcast

Bagni di Lucca, Lucchesi e Gemignani: “I cimiteri sono in uno stato indecente”

I consiglieri di opposizione di Bagni di Lucca dopo il sopralluogo a Foronoli: "Qui i posti sono finiti"

“Cimiteri saturi e nel degrado, l’amministrazione non ha mantenuto le promesse”. È questo l’attacco dei consiglieri di Un futuro per Bagni di Lucca, Laura Lucchesi e Claudio Gemignani.

Bagni di Lucca, l’attacco al Comune: “Cimiteri nel degrado, alle promesse non sono seguiti fatti”

“Pensavamo che dopo l’ultimo nostro articolo sulla condizione dei cimiteri (pubblicato qualche mese fa) fosse cambiato qualcosa, in realtà tutto è rimasto invariato – attacca l’opposizione -. Il paventato nuovo piano cimiteriale promesso nel programma elettorale dell’attuale amministrazione non si è avverato, non è stato fatto quasi niente sui cimiteri. La situazione di molti cimiteri è a dir poco pessima e preoccupante. Non solo uno stato indecente con i muri che crollano, ma anche uno stato di saturazione di molti cimiteri. Abbiamo fatto un sopralluogo a Fornoli, in uno dei cimiteri più importanti. Sappiamo che qui i posti sono finiti, si possono contare su una mano. Sappiamo che qualche giorno fa una famiglia di un defunto ha rischiato di vedersi seppellito il proprio caro in un cimitero limitrofo, salvo poi ricavare un posto di fortuna.

“Sappiamo – proseguono i consiglieri – che sul cimitero di Fornoli dovrebbe esserci un progetto di l’ampliamento, ma ci chiediamo: come mai sui cimiteri non si è fatto niente? Come mai questo progetto di ampliamento è rimasto nel cassetto? Come mai la strada di accesso laterale al cimitero è ancora sterrata nonostante le numerose cadute? Forse perchè sui cimiteri i voti che si raccolgono sono pochi? Anche questo è diventato un calcolo elettorale? Perchè non si è fatto un piano cimiteriale? Sullo stato di decoro dei cimiteri non si scherza, i nostri defunti meritano di essere rispettati. Noi prendiamo Fornoli come esempio, ma anche quello del capoluogo o quelli di montagna sono saturi. La prossima amministrazione, che sarà la nostra, si metterà in testa di organizzare e fare un piano cimiteriale e andare a chiedere i finanziamenti per proseguire con il progetto”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.