Quantcast

Lucchesi e Gemignani: “Amministrazione lontana dai cittadini, Bagni ha bisogno di un progetto nuovo”

Elezioni 2022, i consiglieri di opposizione: "Lavoreremo a un progetto ampio per dare al Comune un governo forte"

Terme chiuse, si infiamma il dibattito a Bagni di Lucca. I consiglieri di Un futuro per Bagni di Lucca, Laura Lucchesi e Claudio Gemignani, tornano all’attacco dell’amministrazione.

Terme chiuse, opposizione all’attacco: “Un disastro del Comune. Basta giustificazioni”

“Abbiamo un’amministrazione che ha passato, dal giorno seguente alla vittoria del 2017, 4 anni e mezzo chiusa nel palazzo – attaccano -. Un’amministrazione lontana dai cittadini, che non ha mai risposto sui media sociali e nemmeno a molte mail o segnalazioni scritte e orali arrivate dai cittadini. Un’amministrazione che ha diviso i cittadini in serie A, la loro cerchia ristretta giusta per farsi lodare e fortunatamente molto minoritaria, e cittadini di serie B, tutti coloro che osavano portare un diverso pensiero o modo di fare. Abbiamo un’amministrazione che ha chiuso il Comune il sabato, allontanando così ancora di più i cittadini dal Comune stesso, la casa di tutti.
Che ha chiuso le piscine, le terme. Un’amministrazione che ha chiuso la voglia di lottare, di darsi da fare. Di sognare. Il paese si è addormentato”.

“Ed ora, puff, abbiamo questa amministrazione che all’improvviso si è miracolosamente (ricordate il miracolo di far sorgere il sole dove non è mai sorto) risvegliata – proseguono -. Ha sentito il profumo di elezioni, di batosta elettorale. E allora sta tentando di correre ai ripari, in una delle più colossali prese per i fondelli ai danni dei cittadini. Ci spiace, ma quando vediamo i cittadini presi in giro, ci arrabbiamo. Ora è tutta una corsa: lavori in ogni dove (e quelli che arriveranno), presenza nei negozi (in 4 anni e mezzo certi assessori, consiglieri, il primo cittadino stesso, mai visti), presenza sui social (intendiamoci, solo per mettere e fare i post, ma non per rispondere a domande dei cittadini, anzi, ritenendo alcuni commenti ai post comunali reati di lesa maestà, sono stati addirittura cancellati), finanziamenti per le luci di Natale mai dati in 4 anni e spuntati miracolosamente quest’anno, presenza a ogni manifestazione dopo che le stesse, molte di esse, sono state spente o bistrattate, solo perché ideate da altri.
Appena abbiamo capito l’andamento di questa amministrazione, abbiamo iniziato a fare un’opposizione incalzante. Proposte. Idee. Progetti. Segnalazioni. Mozioni. Interpellanze. Video. Presenza tra la gente. Nei negozi. Vicinanza ai cittadini durante l’emergenza Covid. Ed è questo, tutto questo che presenteremo alla gente: il nulla dell’amministrazione e il nostro lavoro”.

“Lavoreremo a un progetto ampio. Forte. Che comprenda i cittadini di buona volontà, che vivono il territorio e che per lo stesso si impegnano anche oltre la politica. Mettendo da parte le divisioni e andando oltre gli steccati – concludono -. Per dare a Bagni di Lucca un governo forte. Un progetto nuovo. Un sogno”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.