Quantcast

Fantozzi: “Sanità in Garfagnana, risolvere la carenza di medici e ripristinare i servizi tagliati”

Il consigliere regionale di Fratelli d’Italia sarà a Castelnuovo per la presentazione di un progetto pilota per la cardiologia

“Bene i progetti sperimentali ma non possiamo dimenticare i problemi ordinari, le carenze quotidiane contro cui sbattono i residenti della Garfagnana: dalla carenza di medici e infermieri, ai servizi tagliati nei presidi ospedalieri e sanitari, alle lunghissime liste d’attesa”. Sono queste le dichiarazioni del consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Vittorio Fantozzi, che domani (24 settembre) sarà presente a Castelnuovo dove l’assessore regionale alla sanità Bezzini presenterà un progetto pilota per la cardiologia.

Rafforzamento offerta cardiologica in Garfagnana, si presenta il progetto a Castelnuovo

“La mancanza di guardie mediche è ormai un’emergenza tanto d’inverno che durante la stagione estiva – prosegue Fantozzi -. Un’emergenza che nasce dalla carenza strutturale di medici e da una sbagliata pianificazione regionale. Una situazione che, purtroppo, conferma gli allarmi che abbiamo lanciato nel corso dei mesi: la nostra battaglia sulla mancanza del medico a bordo dell’ambulanza del 118 a Piazza del Serchio, gli atti che abbiamo presentato per difendere o ripristinare servizi tagliati negli ospedali della Garfagnana, da Barga a Castelnuovo, e per lamentare una carenza di operatori sanitari, la proposta di legge che come Fratelli d’Italia abbiamo presentato alla Camera dei Deputati per riportare i medici nelle aree interne e disagiate. Non è accettabile che ci siano medici che da soli coprano il servizio di tre professionisti, con turni massacranti e rischiando di fornire servizi non adeguati, non possiamo avallare l’idea dell’Asl che intende accorpare più sedi e territori sotto un unico medico che si sia costretto a dividersi tra Lucca, Barga e Castelnuovo”.

“Nella Valle del Serchio – sottolinea Fantozzi- è difficile mantenere un costante numero di specialisti per le continue mobilità, nonostante siano state considerate tutte le possibilità per la sostituzione del personale mancante, attingendo a tutte le graduatorie in essere. Si fa sempre più acuta la carenza di personale medico nei presidi ospedalieri periferici, con conseguente riduzione della qualità delle prestazioni. A Castelnuovo contro i tagli e i disservizi i cittadini, nei mesi scorsi, sono stati costretti a scendere in piazza per far sentire la loro voce”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.