Quantcast

Disagi alle Poste di Valdottavo, la Lega: “Ripristinare il consueto orario”

Pellegrinotti e Paolinelli: "In atto un taglio di orario del 50% dei servizi che interessa 4 frazioni"

Disagi all’ufficio postale di Valdottavo a causa degli orari ridotti per il periodo estivo, interviene la Lega.

Orari ridotti alle Poste per l’estate, Andreuccetti: “È inaccettabile”

“Siamo stati contattati in questi ultimi giorni dai cittadini della frazione – affermano il commissario della sezione Lega della Mediavalle e Garfagnana Luigi Pellegrinotti e il suo delegato Cipriano Paolinelli -, ci hanno esposto e raccontato il disagio che la cittadinanza sta vivendo a seguito delle nuove chiusure e ridimensionamento di orario dell’ufficio postale della frazione di Valdottavo nel comune di Borgo a Mozzano. Si parla quindi, di un taglio di orario del 50% dei servizi, che interessano particolarmente 4 frazioni, Partigliano, Tempagnano, Domazzano e Valdottavo la più grande e popolata, che insieme contano circa 2000 abitanti. Ci siamo recati per chiedere informazioni in merito nell’ufficio postale di Valdottavo, dove gentilmente l’impiegata, ci ha riferito e spiegato, che tale decisione deriva dal Dm del 28 giugno del 2007, il quale prevederebbe la scelta per determinati uffici, di calare il servizio offerto ai cittadini nel periodo giugno/settembre, così come ci dice è esposto nel cartello alla porta di ingresso dell’ufficio postale”.

Cipriano Paolinelli e Luigi Pellegrinotti Poste Valdottavo

“Siamo a conoscenza che di tale situazione si stia occupando anche il comitato paesano di Valdottavo, che ringraziamo per l’ interessamento e per il costante operato nel paese, anch’essi chiedendo lumi alla direzione postale e mettendo a disposizione dei cittadini i moduli di reclamo da poter poi inviare agli uffici direzionali preposti. Riteniamo assurda e lesiva per i cittadini — tuonano gli esponenti del Carroccio locale — la decisione adottata da Poste Italiane, per un ufficio postale che opera in un contesto di 4 frazioni e che serve circa 2000 abitanti, creando forti disagi soprattutto alle persone più grandi e prive di condizioni per potersi spostare”.

“Chiediamo quindi alla direzione e a chi di competenza – dicono Pellegrinotti e Paolinelli -, di poter rivedere la decisione presa, ripristinando dunque prima possibile l’orario a quello previsto per tutto il resto dell’anno. Porteremo la questione nelle sedi politiche e istituzionali opportune ponendole all’attenzione dei nostri rappresentanti politici e istituzionali, così che si possa trovare la soluzione una volta per tutte. Siamo però – aggiungono – anche a proporre e consigliare il posizionamento di uno sportello automatico banco Posta in servizio 24h, ad oggi ancora purtroppo mai previsto, così da rendere più rapidi e comodi alcuni servizi postali, che consentirebbero poi inoltre, di avere attese più brevi a chi invece deve usufruire dello sportello classico, durante l’orario di apertura dell’ufficio postale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.