Quantcast

Orgoglio Comune: “Piano delle colline lucchesi pone vincolo gravoso per Corsagna e Anchiano”

I consiglieri di opposizione: "Non eravamo a conoscenza di ciò. L'amministrazione vorrebbe promuovere una raccolta di firme"

I consiglieri di opposizione di Borgo a Mozzano, Orgoglio Comune, pongono l’attenzione sulla questione vincolo paesaggistico che sembra creare non pochi disagi soprattutto per coloro che svolgono attività di agricoltura, di taglio boschivo e di edilizia.

“I cittadini di Anchiano e Corsagna ci hanno informato – esordiscono i quattro consiglieri in opposizione Lorenzo Bertolacci, Yamila Bertieri, Enza Brunini ed Indro Marchi –  di un incontro tenutosi nel salone delle feste, alcuni giorni fa, per parlare del Piano delle Colline Lucchesi istituito dal ministero ma, applicato dalla Regione Toscana che pone un vincolo molto gravoso a livello di territorio per i paesi di Corsagna e Anchiano che ricadrebbero all’interno del perimetro di questo Piano”.

“Ci dicono – proseguono i consiglieri – che l’amministrazione vorrebbe promuovere una raccolta di firme per scongiurare il tutto. Ci teniamo ad informare tutti che noi non eravamo a conoscenza di questo incontro altrimenti avremmo sicuramente partecipato, nel solco dello spirito collaborativo che ci eravamo detti nell’ultimo consiglio comunale dove anche il nostro sindaco aveva rimarcato l’importanza di collaborare su temi che riguardassero appunto il territorio oltre che su temi che potessero in futuro riguardare possibili risorse derivate dal recovery found gestite direttamente dalle amministrazioni comunali. In tutta questa vicenda comunque un fatto ci sembra evidente, più che una raccolta di firme alla quale comunque parteciperemo al fianco dei nostri cittadini, vorremmo che il nostro sindaco (segretario territoriale del Pd) chiarisse con la Regione (a guida Pd), perché in questo periodo iniziano ad essere molte le situazioni dove la Regione prende decisioni palesemente sbagliate e che danneggiano non solo il nostro Comune ma anche l’intera Valle, pensiamo a tutte le vicende che in questi giorni stanno interessando l’ospedale Santa Croce di Castelnuovo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.