Quantcast

Simonini (Cambiamo!): “Vaccini, chiesti troppi sacrifici per gli spostamenti agli anziani”

Il coordinatore provinciale: "Il piano organizzativo vaccinale è stato nettamente insufficiente"

“Per vaccinarsi sono stati chiesti troppi sacrifici sugli spostamenti agli anziani“. A pensarlo è Simone Simonini, coordinatore provinciale di Cambiamo!.

“In queste settimane – dice – ho ricevuto tante lamentele da parte di molti anziani e soggetti fragili, che per vaccinarsi hanno dovuto percorrere tanti chilometri in auto, e in molte occasioni trovare un accompagnatore alla guida. È incredibile e paradossale come, ad esempio molte persone abbiano dovuto spostarsi per farsi inoculare la prima dose di vaccino dalla Garfagnana e Mediavalle ed andare in Versilia o addirittura in altre province“.

“Noi di Cambiamo! – prosegue – riteniamo il piano organizzativo vaccinale toscano nettamente insufficiente, soprattutto irrispettoso verso le persone più deboli e più fragili, costrette in molte circostanze a rinunciare alla propria dose per problemi legati alla mobilità. Un esempio pratico su tutti: gli anziani soli senza mezzo di trasporto privato”.

“Insomma – conclude Simonini – nonostante i roboanti proclami della Regione e dei suoi rappresentanti, di fatti pratici se ne sono visti ben pochi, senza parlare della problematica legata alle prenotazioni“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.