Lega, impegno per sbloccare gli spostamenti transfrontalieri

Dopo l'ok unanime alla mozione in Regione chiesto anche al governo di consentire lo spostamento fra i comuni dell'Appennino

Uno spiraglio per le famiglie transfrontaliere dell’Appennino. Che almeno fino al 3 giugno non potranno spostarsi fra Toscana ed Emilia Romagna.

Il commissario della Lega della Mediavelle e Garfagnana Luigi Pellegrinotti insieme alla consigliera regionale Elisa Montemagni, ed al senatore Stefano Corti, che si è già attivato nelle sedi opportune, hanno chiesto alle istituzioni coinvolte di trovare un accordo che permetta ai cittadini di poter circolare liberamente nei limiti dei confini amministrativi dei Comuni interessati, come già avviene per gli altri a confine.

“Ci sono famiglie – spiegano – che a causa del Covid 19 sono ormai mesi che non si possono incontrare. Ci sono parentele divise da un muro invisibile che non permette loro di vedersi e ci sono degli obblighi morali che valgono più di cento decreti. Stiamo parlando dei cittadini dei comuni di Castiglione Garfagnana, Pieve Fosciana, Fosciandora, Barga e Coreglia Antelminelli, che risiedendo sul versante appenninico hanno come comune confinante Pievepelago, che si trova in  provincia di Modena”.

“Ci sono nuclei familiari – dicono ancora – la cui unica colpa sta nel risiedere al di qua del confine invalicabile disposto da decreti ed ordinanze che impedisce loro di incontrarsi come umanamente sarebbe loro dovuto. Un confine politico, disumano all’interno dello stato italiano”.

“Il nostro – dicono i promotori – è un impegno doveroso che spetterebbe di diritto a tutti i cittadini italiani che si trovano nella stessa assurda situazione e a cui la Lega si sente molto vicina. La Lega ha già sollevato la questione anche durante l’ultimo consiglio regionale con un atto approvato all’unanimità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.