Coronavirus, Baldini (Lega): “Le attività devono ripartire o molte rischiano di non riaprire più”

L'esponente leghista: "Le imprese hanno bisogno di essere aiutate concretamente"

Se le imprese, se le attività non riaprono subito, vi è il serio rischio che molte fra queste non siano in grado di farlo più e questo determinerebbe non solo una crisi economica senza pari ma altresì una crisi sociale drammatica a causa della conseguente perdita dei posti di lavoro”. Sono queste le parole di Massimiliano Baldini, responsabile enti locali della Lega della òrovincia di Lucca.

“E’ pertanto assolutamente condivisibile, sacrosanta, la posizione di allarme e di denuncia che anche in questi giorni stanno lanciando le categorie economiche su tutti i fronti, a cominciare da quello del governo Conte – afferma – E sia chiaro, la riapertura immediata non basta da sola ma le attività hanno bisogno di essere aiutate, sostenute con soldi freschi, con l’annullamento delle imposte, con il ridimensionamento dei canoni di concessione e con la rinegoziazione degli affitti al ribasso”.

Le risposte che stanno arrivando dal governo centrale sono una goccia nel mare, totalmente insufficienti e i Comuni devono avere più coraggio nell’aiutare i loro territori – conclude Massimiliano Baldini -, seppure e’ altrettanto vero che se non messi in grado almeno di agire sui vincoli di bilancio, non avranno mai le risorse per tamponare l’enorme ondata di ritorno della crisi economica”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.