Borgo a Mozzano, oltre 50 stand al mercatino del riuso foto

Tante iniziative collaterali per la prima domenica di aprile

E’ da inizio anno che il centro storico di Borgo a Mozzano ospita, alla prima domenica del mese, le bancarelle del mercatino del riuso, dell’antiquariato, del vintage, dell’artigianato e del collezionismo: le ospita nelle caratteristiche strade e piazzette tipiche del luogo, alternandole alle attività commerciali esistenti che, per l’occasione, propongono offerte veramente interessanti a tutti i numerosi visitatori che giungono anche da fuori regione.

Domenica (3 aprile), dalle 9 alle 18, saranno oltre cinquanta le bancarelle del mercatino Di mano in mano, che daranno vita ad una nuova edizione della manifestazione, esponendo, in bella vista, cose particolari e strane che profumano di antico, di vissuto oppure oggetti a cui viene data una seconda vita e riciclati invece di essere abbandonati come rifiuti.

Via Roma, via Umberto , piazza XX settembre e piazza degli Alpini saranno invase dalle colorate bancarelle stracariche di tante curiosità per la gioia di appassionati collezionisti sempre alla ricerca del pezzo mancante alla propria collezione o di una originale idea regalo.

Sarà piacevole passeggiare nelle antiche strade di Borgo a Mozzano soffermandosi davanti a cose che fanno tornare alla memoria tempi passati e tanti ricordi.

Anche le associazioni locali del volontariato, Misericordia e Charitas, parteciperanno all’iniziativa con spazi informativi per promuovere il loro importante lavoro sul territorio mentre i castanicoltori lucchesi faranno gustare squisiti necci e frittelle fatti con la farina dell’ultimo raccolto.

Apertura straordinaria e visita guidata gratuita anche al museo della Memoria che custodisce i segreti della Linea Gotica e della seconda guerra mondiale.

Sarà inoltre visitabile, nell’atrio del palazzo municipale, la mostra fotografica Sulla pelle delle donne di Ester Mai e Michela Bartolini dedicata alla lotta contro ogni forma di violenza.

Tante cose belle e interessanti che renderanno particolare la visita all’antico Borgo, alle quali non si può non aggiungere la capatina con foto ricordo al caratteristico ponte del Diavolo.

 

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.