Quantcast

Tari, nuovi aiuti alle famiglie in difficoltà: aperto il bando a Pescaglia

Il sindaco: "Si conferma l'attenzione che questa amministrazione ha per il territorio e per il suo tessuto sociale"

Il comune di Pescaglia ha approvato un bando per la concessione di contributi in riduzione della tassa sui rifiuti (Tari 2021) per le utenze domestiche.

A tale scopo, stante il fondo straordinario stanziato dall’amministrazione per l’erogazione di tali contributi, verranno redatte due graduatorie, A e B, fino ad esaurimento della somma disponibile. Il primo requisito da rispettare è quello di essere residenti nel comune di Pescaglia, nell’alloggio soggetto al pagamento del tributo. Per ulteriori criteri di ammissibilità si rimanda al testo del bando che è pubblicato sul sito istituzionale dell’ente (www.comune.pescaglia.lu.it).

Per la formazione della graduatoria A potranno partecipare i cittadini che appartengono ad un nucleo familiare, come risultante dal registro della popolazione residente, il cui Isee, calcolato ai sensi del Dpcm 5 dicembre 2013 numero 159 e successive modificazioni e integrazioni, non sia superiore a 16.500,00 euro. Andranno a formare la Graduatoria B tutti coloro che abbiano subito una oggettiva diminuzione del reddito causata dall’emergenza epidemiologica da Sars- CoV-2.

In questo caso il cittadino dovrà dimostrare una diminuzione del reddito del nucleo familiare in misura non inferiore al 30% (trenta per cento) per cause riconducibili all’emergenza epidemiologica da Covid-19, rispetto alle corrispondenti mensilità dell’anno 2019. Per l’accesso al contributo il valore Isee (ordinario e/o corrente) non potrà in ogni caso essere superiore ad 21.000,00 euro.

Tale riduzione potrà essere riferita sia a redditi da lavoro dipendente (riduzione orario di lavoro, cassa integrazione, eccetera), sia a redditi da lavoro autonomo (con particolare riferimento alle categorie Ateco, la cui attività è stata sospesa a seguito dei provvedimenti del Governo), sia a redditi da lavoro derivanti da contratti non a tempo indeterminato di qualsiasi tipologia.

La domanda di riduzione/rimborso, così come il testo del bando, è scaricabile dal sito del comune di Pescaglia e dovrà pervenire al Comune stesso entro le 13 del 30 marzo 2022, attraverso posta certificata, raccomandata o consegna a mano presso l’ufficio protocollo.

“Quest’anno, stante il perdurare della crisi – commenta l’assessora alle politiche sociali, Beatrice Gambini -, abbiamo voluto che all’interno del bando Tari per utenze domestiche, si prestasse attenzione anche a tutti coloro che, a seguito della pandemia, hanno visto ridurre il reddito del proprio nucleo familiare, che sia esso da lavoro dipendente o da lavoro autonomo. Da qui la formazione di due graduatorie distinte, A e B. Racchiusi quindi in un unico bando troviamo sia il consueto sostegno alle famiglie con Isee sotto una certa soglia e il sostegno straordinario a quei nuclei che si sono trovati in difficoltà a causa della pandemia in atto”.

“È un segnale importante che l’amministrazione di Pescaglia vuole continuare a dare ai suoi cittadini in un momento ancora estremamente delicato – sottolinea il sindaco Andrea Bonfanti -. Con questo provvedimento, vogliamo dimostrare, ancora una volta, l’attenzione che questa amministrazione ha per il territorio e per il suo tessuto sociale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.