Quantcast

A Borgo 40mila euro per aiutare le famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza Covid

Motroni: "L’ufficio sociale del nostro Comune è sempre attento alle problematiche dei cittadini"

Quarantamila euro per sostenere le famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza da Covid-19: si rinnova l’impegno del comune di Borgo a Mozzano per aiutare i cittadini grazie ai nuovi bandi per richiedere i buoni spesa e per il contributo affitto e utenze domestiche. C’è tempo fino al 29 dicembre per presentare la domanda per accedere ai fondi messi a disposizione dell’amministrazione borghigiana, grazie al decreto “Sostegni bis”.

La nuova manovra dell’ufficio sociale del comune di Borgo a Mozzano si rivolge a famiglie a basso reddito, in stato di bisogno o in difficoltà economica a causa della momentanea sospensione dell’erogazione dello stipendio o dell’attività lavorativa per l’emergenza da Covid-19.

Le domande devono essere presentate all’ufficio protocollo del comune di Borgo a Mozzano o inoltrate tramite mail all’indirizzo emergenza@comune.borgoamozzano.lucca.it.

“L’emergenza Covid-19 non è ancora terminata – commenta l’assessore con delega al sociale, Roberta Motroni – e c’è ancora molto da fare per aiutare le persone in difficoltà. Grazie al decreto Sostegni bis, abbiamo potuto destinare una cifra importante al contrasto dell’emergenza alimentare e abitativa in maniera incisiva e in un momento delicato. L’ufficio sociale del comune di Borgo a Mozzano è sempre attento alle problematiche dei cittadini e impegnato quotidianamente per offrire tutto il sostegno possibile alle situazioni più complesse”.

Buoni spesa

Per presentare la domanda per i buoni spesa è necessario essere residenti nel comune di Borgo a Mozzano e avere un Isee non superiore a 15mila euro. È ammessa una sola richiesta per nucleo familiare e possono essere utilizzati nelle attività che hanno aderito all’iniziativa.

I buoni spesa vanno da un minimo di 120 ad un massimo di 300 euro, in base al numero dei componenti della famiglia, e possono essere concessi per due mesi consecutivi. La presenza di minori o di persone diversamente abili comporta la maggiorazione del contributo di 50 euro. I buoni non possono essere ceduti a terzi e non sono convertibili in valuta.

Canone di locazione e utenze domestiche

Anche per presentare la domanda per il canone di locazione e per le utenze domestiche è necessario essere residenti nel comune di Borgo a Mozzano e avere un Isee non superiore a 15mila euro. È ammessa una sola richiesta per nucleo familiare.

Il contributo per il canone di locazione potrà coprire fino a quattro mensilità, fino a un massimo di 2000 euro. Il contributo per le utenze domestiche potrà essere impiegato per il pagamento di tutte le bollette (acqua, luce, gas, legna e pellet, Tari): i richiedenti dovranno essere titolari di un contratto per utenze domestiche, che può essere intestato anche ad uno dei componenti del nucleo familiare, ed in regola con il saldo dei tributi comunali relativo al 2021. Le ricevute dovranno essere obbligatoriamente allegate alla domanda. I moduli per i contributi sono scaricabili al sito http://www.comune.borgoamozzano.lucca.it o possono essere ritirati allo sportello sociale. È possibile richiedere informazioni e istruzioni sulla procedura o fissare un appuntamento per la compilazione della domanda allo sportello sociale, il lunedì o il sabato mattina dalle 8,30 alle 12,30, al numero 333.3355981.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.