Quantcast

Kme, Feniello: “Si faccia chiarezza sulla questione Casa del Buglia”

Il consigliere di Progetto Comunale: "La variante ambiente c'è ed ha ancora validità"

Fare chiarezza su Casa del Buglia e le sentenze dei tribunali amministrativi. A chiederlo è Francesco Feniello, consigliere comunale di Progetto Comune che incalza al riguardo l’amministrazione.

“In merito all’ordinanza di ricostruzione della casa del Buglia, in tempi non sospetti – afferma -, nel corso di una riunione con componenti della Libellula, avevo sollevato dubbi sulla tenuta dell’ordinanza e di un eventuale sequestro penale nei relativi procedimenti amministrativi e giudiziari. Infatti questa odinanza è stata annullata come anche il sequestro giudiziario. Su questo, anche se con rammarico, dico che avevamo ragione. I dubbi sono risultati fondati. Nella fase del primo intervento e forse negli interventi successivi qualche errore procedurale è stato commesso. Errori grazie ai quali l’azienda ha portato avanti la sua linea difensiva con successo. Non entro nel merito perché già fatto all’epoca dei fatti e chi lavora può sbagliare. Purtroppo il tecnico comunale intervenuto successivamente ha dovuto emettere l’ordinanza sulla base dei precedenti accertamenti fatti da altri”.

“Cosa diversa – afferma – è la sentenza del consiglio di stato che ha respinto il ricorso della Kme in merito all’invariante strutturale di valenza ambientale. Infatti, a mio parere, l’amministrazione comunale non ha mentito su quella delibera citata in sentenza. Forse ha utilizzato toni e parole trionfalistiche poco appropriate se confrontate con quella sentenza. Non condivido l’analisi della sentenza fatta da ‘persone bene informate’ come si legge in un comunicato pubblicato giorni addietro. Quella delibera comunale, relativa all’interpretazione autentica dell’invariante strutturale di valenza ambientale, era e resta confermata in ogni sua parte non essendo stata annullata da nessuno. La sua valenza mantiene i suoi effetti essendo un atto amministrativo definitivo. La variante ambientale su quell’area esisteva già prima di quella delibera ed esiste tuttora. Detta variante infrastrutturale di valenza ambientale rappresenta il Dna di quel territorio. Quindi a mio parere la Kme per costruire il pirogassificatore deve fare i conti con quella variante. Possono attaccarmi su facebook e possono attaccare componenti del gruppo che rappresento, possono divertirsi o non divertirsi con la tastiera se non hanno altro da fare ma non possono smentire i fatti. Questi sono i fatti. Mi dispiace dirlo ma le persone bene informate questa volta non sono per niente informate. Senza rancori”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.