Quantcast

Cambiamo!: “Daniele vicesindaco? A Coreglia compiuto un delitto politico”

Il movimento va all'attacco dopo la nomina da parte di Remaschi

“Condividere il potere è tutta un’altra cosa che fare opposizione costruttiva”.  Con queste parole sul caso politico di Coreglia, interviene Cambiamo! L’unico partito di centrodestra che alle ultime amministrative, rimase fuori dalla lista di Daniele, che è stato nominato dal sindaco Remaschi come suo vice.
“Crediamo che a Coreglia sia stato commesso un delitto politico di democrazia – hanno dichiarato gli sfidanti -. Le elezioni non sono un concorso per assegnare posti, o meglio spartirsi il potere. Questa nomina per noi non è certo una sorpresa. D’altronde quell’eccellente affiatamento passato tra Remaschi e Daniele, non poteva certo essere interrotto da un piccolo, forse, finto sbandamento maturato durante la campagna elettorale”.

“Alla fine – ha proseguito il comitato – hanno perso tutti, i cittadini in primis, indignati verso chi ha sovvertito l’esito delle elezioni e oggi governa nella totalità e senza disturbo in nome di una comunità migliore. Noi però avevamo avvertito tutti, cittadini e partiti politici alleati, che la nostra presenza sarebbe stata un esercizio di democrazia e di libertà, quello in cui credevamo. Ci teniamo stretto quell’improvvisato 5,20%  unico risultato degno di vera democrazia, per una politica ben fatta a favore della gente. Quando vi racconteranno che questa è la vittoria della collaborazione per il bene della comunità, voi pensate al trasformismo, che non è solo più esclusiva della politica nazionale”.

“Chi sostenne il candidato Daniele – affermano dal comitato -, soffocando l’ideale di centrodestra a discapito di una guerra fratricida tutta interna alla sinistra sul nostro territorio, oggi dovrebbe cambiare mestiere. La vincitrice morale di queste amministrative è sicuramente Giovanna Marsili, una figura che insieme a tutta la sua lista avrebbe meritaro più considerazione. Il comitato infine, sta valutando di raccogliere la protesta dei cittadini  con iniziative ancora da decidere, perché il voto non può morire per uno scambio di poltrone”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.