Quantcast

Sculture e dipinti, “il diverso” in mostra a Casabasciana foto

Il tema è quello di un ex manicomio

“Colui che non trova in me motivo di scandalo”. Questo il titolo della mostra che è stata inaugurata ieri nel comune di Bagni di Lucca e precisamente a Casabasciana e che si svolgerà fino al 15 agosto, dalle 17 alle 20 all’interno dell’oratorio della Madonna del Rosario del paese; l’evento è curato da Benedetta Galingani, con la partecipazione di Beatrice Beneforti e Alessandro Gonfiantini e con il prezioso sostegno dell’associazione paesana di Casabasciana, presieduta da Paolo Gori.

La mostra, che espone opere di fotografia, pittura e scultura, ha come tema centrale lo “scandalo verso il diverso” in relazione a storie di ex pazienti di un manicomio e a tutto ciò che ruota attorno alla loro emarginazione ma anche alla loro paura e alla paura di chi vede in loro una diversità.

La curatrice della mostra, Benedetta, sintetizza il lavoro: “Diversi sono i matti e diverso era Gesù. Dietro al nostro lavoro non ci sono intenzioni o ambizioni, c’è solo l’esigenza di avere a che fare con persone comuni che popolano la nostra quotidianità. I volti di Alessandro, che in questo caso sono legati a un tema sacro, sono ispirati dagli incontri che lui ha avuto più o meno casualmente, mentre i miei lavori parlano di persone emarginate senza sfociare nell’arte sociale o nella politica”.
La responsabile della mostra e l’associazione paesana invitano tutti coloro interessati a partecipare. Per informazioni contattare 392/3585029.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.