Quantcast

Vaccini, in Toscana possibilità di anticipare la prima dose anche per i giovanissimi

Per gli over 60 c’è la possibilità di bypassare le prenotazioni e di presentandosi direttamente in qualsiasi hub della Regione

Più informazioni su

Le agende per la vaccinazione sono state rafforzate e aperte. C’è quindi la possibilità di prenotarsi, già da ora, per vaccinarsi e per anticipare la prima dose, magari fissata a fine agosto o a settembre, in modo da partire per le vacanze già protetti. E questo per ogni fascia di età, anche per i giovanissimi. Inoltre per gli over 60 ritardatari c’è adesso la possibilità di bypassare le prenotazioni e di poter essere vaccinato presentandosi direttamente in qualsiasi hub della Toscana. Lo ha spiegato l’assessore alla Sanità, Simone Bezzini, durante l’ormai consueto aggiornamento sulla campagna vaccinale in commissione Sanità, presieduta da Enrico Sostegni (Pd). “Ci sono dosi disponibili per tutto il mese di agosto – ha detto Bezzini – e quindi l’invito è a farsi avanti il prima possibile”.

Per quanto riguarda l’andamento della campagna, a stamani in Toscana sono state somministrate 3milioni e 960mia dosi di vaccino anti-Covid19. Le prenotazioni, invece, hanno superato quota 770 mila. Questo significa che oltre 2 milioni e mezzo di toscani sono entrati nel circuito della vaccinazione. Per la fornitura di vaccini prevista ad agosto, le dosi di Moderna in arrivo sono 276mila500, quelle di Pfizer 608mila400, mentre AstraZeneca e Johnson & Johnson vanno a esaurimento.

La copertura nelle fasce di età più anziane supera ormai il 90 per cento, quella dei 60-69enni l’85. Quanto ai giovanissimi, in particolare gli under 15, l’assessore ha ricordato che dal 10 agosto sarà possibile fare la vaccinazione anche presso i pediatri di famiglia oltre che negli hub e nei punti vaccinali; questo dovrebbe far incrementare rapidamente il numero dei ragazzi immunizzati prima dell’inizio delle scuole.

I dati che arrivano sui contagi dimostrano che la vaccinazione funziona, anche se la variante Delta ha maggiore capacità di ‘bucare’ la copertura. In media i contagiati non vaccinati sono il 60-70 per cento, quelli che sono stati vaccinati il 30-40 per cento. Di questi, il 20-25 per cento ha ricevuto solo la prima dose. I vaccinati sono nella stragrande maggioranza dei casi asintomatici o paucisintomatici.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.