Quantcast

San Martino in Freddana, al via i lavori da oltre 300mila euro per l’adeguamento sismico della scuola

Il sindaco Bonfanti: "Consegniamo ai nostri ragazzi un luogo dove crescere e studiare in modo sicuro"

Sono ufficialmente partiti questa mattina (16 giugno) i lavori per l’adeguamento sismico della scuola media di San Martino in Freddana. Si è infatti concluso l’iter progettuale e amministrativo dell’intervento, reso possibile grazie a un contributo di 200mila euro della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, cui si aggiungono 120mila euro delle risorse proprie del Comune.

San Martino in Freddana, 330mila euro per l’adeguamento sismico della scuola media: affidati i lavori

Ad annunciarlo è proprio il sindaco di Pescaglia, Andrea Bonfanti: “Dopo la riqualificazione energetica effettuata negli scorsi anni che ha trasformato l’edificio in una scuola a zero emissioni di Co2 – afferma – con questo ulteriore intervento chiudiamo il cerchio e consegniamo ai nostri ragazzi una scuola antisismica in cui poter crescere e studiare in maniera sicura. Abbiamo messo da sempre la scuola al centro del nostro operato di amministratori e con questo intervento confermiamo il nostro impegno per fare sì che il nostro comune abbia sempre più edifici confortevoli e sicuri per far crescere i cittadini di domani. Un grande ringraziamento va alla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e al suo presidente Marcello Bertocchini per il contributo concesso: una dimostrazione, ancora una volta, di sensibilità ed attenzione verso il territorio di Pescaglia, i nostri ragazzi ed il mondo della scuola”.

Si tratta, infatti, di un’opera estremamente importante per l‘innalzamento della sicurezza di una scuola costruita negli anni Sessanta secondo standard e normative meno stringenti di quelli attuali. “Il mondo della Scuola – ha dichiarato Bertocchini – è ormai da anni al centro delle attenzioni della Fondazione in ogni suo aspetto. Dall’innovazione tecnologica all’aggiornamento delle metodologie didattiche, fino ad arrivare proprio all’edilizia scolastica. Siamo perfettamente coscienti dell’importanza che questi interventi rivestono per una comunità come quella di Pescaglia e quindi sempre più convinti di aver intrapreso la giusta via, investendo nel futuro”.

Il progetto di adeguamento sismico dell’edificio scolastico di San Martino in Freddana, elaborato in via esecutiva dall’ingegner Marco Pieri (responsabile del procedimento l’architetto Alessandro Ciomei del comune di Pescaglia), privilegia gli interventi all’esterno del fabbricato, limitando quelli all’interno. Sono previsti, tra l’altro, la realizzazione di contrafforti in cemento armato, la cerchiatura del solaio intermedio con una soletta in cemento armato e il consolidamento di alcune strutture interne. Sono in programma anche opere di finitura generale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.