Quantcast

Spintonato durante una lite per una sigaretta, 16enne finisce in ospedale

Ha sbattuto il volto e perso alcuni denti. I carabinieri indagano sull'episodio avvenuto a Fornaci di Barga

Spintonato durante una lite per una sigaretta, sbatte il volto a terra e perde alcuni denti. Un ragazzo di 16 anni è finito in ospedale dopo una violenta discussione con un giovane più grande di lui di qualche anno, nella tarda serata di ieri (29 maggio) a Fornaci di Barga.

Di fronte a diversi testimoni – che in queste ore sono stati ascoltati dai carabinieri -, nella centralissima piazza IV Novembre, complice, sospettano gli investigatori, anche l’alcol, una banale lite è sfuggita di mano.

Futili i motivi: tutto, secondo quanto ricostruito finora, sarebbe stato scatenato dalla richiesta di una sigaretta da parte di uno dei due. Una risposta seccata e una reazione esagerata tra le parti. Dalle parole si è passati a quanto pare ai fatti.

I contorni della vicenda avvenuta attorno alle 23 nella frazione del barghigiano devono tuttavia ancora essere chiariti nel dettaglio. Quando i carabinieri sono arrivati nella piazza principale del paese c’erano altri giovani. Si vuole capire se anche altre persone abbiano partecipato all’alterco e quindi si sia trattato di una rissa o se invece, come sembra al momento, tutto si sia svolto tra il minorenne e il maggiorenne, che ora rischia una denuncia per lesioni.

I carabinieri sono in attesa della prognosi del 16enne che è stato trasferito in ambulanza al pronto soccorso del Santa Croce di Castelnuovo, dove gli sono state riscontrate ferite al volto con la perdita di alcuni denti. Stando ai racconti finora raccolti sul posto, non è chiaro se il ragazzo sia stato colpito deliberatamente o se sia caduto dopo essere stato spintonato mentre i due si sono avvicinati in una fase concitata della lite.

I militari non escludono provvedimenti anche sul fronte del mancato rispetto delle norme anti-covid: all’arrivo della pattuglia in piazza, infatti, era già scattato il coprifuoco e in centro continuavano ad esserci numerosi ragazzi, molti dei quali “alticci”. L’ambulanza era già stata chiamata da alcuni giovani che avevano assistito al litigio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.