Quantcast

Bando regionale per la qualità dell’abitare, Bagni di Lucca presenta tre progetti per il finanziamento

L'ente intende riqualificare piazza Jean Varraud, Villa Ada e la Chiesa del Principe

Bagni di Lucca partecipa con tre proposte progettuali al bando Programma innovativo nazionale qualità dell’abitare la cui domanda è coordinata dall’Unione dei Comuni della Mediavalle del Serchio e diretta prima alla Regione e poi al ministero.

I tre progetti presentati seguiti su specifico incarico dall’assessore Giambastiani, per una somma totale superiore al milione di euro, hanno come obiettivo migliorare la qualità della vita dei propri cittadini e ridurre il disagio abitativo.

Nella realizzazione delle proposte il sindaco Michelini e l’amministrazione di Bagni di Lucca hanno avuto un occhi di riguardo per i giovani e le associazioni: gli interventi mirano a creare degli spazi pubblici qualificanti per la socializzazione, luoghi da mettere a disposizione dei cittadini per le proprie iniziative e spazi al servizio dei giovani per incontrarsi e studiare.

La Regione dovrà adesso selezionare tre progetti per tutta la Toscana da presentare al ministero, L’amministrazione spera che si riesca a cogliere il grande impatto che, anche solo uno dei progetti, potrebbe avere sulla vita dei cittadini di Bagni di Lucca.

Bagni di Lucca è ricca di storia, ma molti ambienti hanno ormai perso loro funzionalità, prima fra tutti quella che si può definire la piazza principale del capoluogo, ovvero la piazza Jean Varraud.

“Da sempre il sindaco Michelini e la sua amministrazione – scrive il Comune – mirano a riuscire a riqualificare la piazza come nuovo luogo simbolo della cittadina. Il progetto, per un totale di 404.500, prevede il rifacimento della pavimentazione e della fontana con l’utilizzo di materiali ecologici coniugando la modernità con il ripristino del suo originario splendore. Uno spazio che potrà finalmente essere al servizio della cittadinanza e un luogo di socializzazione”.

Trattandosi di Bagni di Lucca non si possono tralasciare gli edifici storici e l’amministrazione ha presentato un progetto sulla famosa Villa Ada. “Il progetto – spiega l’ente – prevede il recupero del piano terreno della Villa in modo da creare spazi adatti ad accogliere le associazioni e dare vita a zone di coworking per i giovani. Inoltre il progetto prevede anche la messa in sicurezza del parco storico adiacente e il suo ritorno a luogo da ammirare. Gli interventi sono stimati per un totale di 360500 euro”.

“Per l’amministrazione di Bagni di Lucca è un vero peccato – prosegue la nota – vedere il degrado in cui verte la Chiesa del Principe, edificio storico di proprietà comunale non conosciuto da tutti i cittadini proprio per la sua inagibilità. L’obiettivo del progetto da 335mila euro presentato sarà proprio un intervento di restauro che permetterà di dedicare questo spazio ad attività culturali”.

Non sempre il Comune ha la possibilità di intervenire come vorrebbe, un fatto che il sindaco Michelini precisa: “Purtroppo il Comune di Bagni di Lucca con le sue forze non può riuscire a sostenere le spese necessarie per gli interventi di riqualificazione che evidentemente sarebbero necessari. Consci delle nostre difficoltà cerchiamo di cogliere tutte le occasioni di finanziamento possibili per il nostro Comune. I tre progetti presentati, se finanziati, siamo certi potrebbero fare veramente la differenza sulla qualità della vita di tutti i cittadini“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.