Maltempo a Coreglia, 130mila euro di danni a gennaio. Ponte di Calavorno, il sindaco chiede maggior presidio

Remaschi scrive alla Provincia: "Chiesta una maggior documentazione sulla staticità del ponte"

Una lunga diretta su Facebook per aggiornare i cittadini su tanti temi importanti per il territorio. Il sindaco di Coreglia, Marco Remaschi, questa sera (26 gennaio) ha affrontato diversi argomenti con un confronto virtuale, in cui ha ricordato alla popolazione i principali progetti del Comune dopo l’approvazione del bilancio di previsione 2021.

A Coreglia oltre 500mila euro di lavori per il 2021. Si assumono 6 nuovi dipendenti in Comune

A Coreglia maggioranza e opposizione uniti per gestire l’emergenza Covid-19

Coreglia, si amplia l’orario della materna di Calavorno. Più trasporti per i bambini del Fondovalle

Come ribadisce il primo cittadino, dal Comune arriva una scelta chiara: “Abbiamo raddoppiato la spesa per la manutenzione del territorio“. Un tema molto sentito dai cittadini, che si collega con l’emergenza neve e maltempo che ha provocato danni e disagi in questi primi 26 giorni del 2021.

Maltempo, frane e disagi a Coreglia. Evacuati 3 nuclei familiari

“Possiamo dire che siamo un po’ ‘sfigati’ – commenta Remaschi -, in questi primi quattro mesi di mandato, oltre alla pandemia, abbiamo già avuto l’alluvione di inizio dicembre, l’emergenza neve e ghiaccio e infine l’ultima ondata di maltempo di quest’ultimo fine settimana, in cui abbiamo avuto un problema rilevante in prossimità del Rio Secco. Qui interverremo il prima possibile sul tubo per eliminare il problema e dare sicurezza ai cittadini. I danni nel solo mese di gennaio sono di circa 130mila euro: abbiamo mandato la scheda di aggiornamento alla Provincia, siamo fiduciosi che il tutto sia ristorato dalla Regione. Devo dire che c’è stata una risposta positiva grazie anche alla collaborazione dei cittadini, con cui mi scuso per i disagi”.

“Durante l’ondata di maltempo abbiamo riscontrato tanti problemi – prosegue il sindaco -, serve lavorare sulla manutenzione per fare in modo che questi fenomeni facciano meno danni. Non c’è più cura del territorio da parte dei privati, oggi è tutto lasciato com’è”.

Il sindaco Remaschi interviene anche sulla frana sul Brennero e sui disagi al ponte di Calavorno.

Traffico ponte Calavorno foto NoiTv

“La strada statale del Brennero è chiusa da dicembre per una frana devastante – il punto del sindaco -. Era previsto un intervento da 45 giorni, ma Anas ha chiesto un ulteriore proroga fino al 20 febbraio. Tutta la viabilità deve passare dal nostro Comune: spesso il ponte di Calavorno è congestionato, i mezzi pesanti cerchiamo di dirottarli per farli scendere dal ponte Lera. Ci sono ancora tante difficoltà: ho già ricevuto rassicurazioni verbali, ma, anche dopo le segnalazioni dei cittadini, ho inviato una lettera alla Provincia per chiedere maggior documentazione sulla staticità del ponte. Un modo per tranquillizzare tutti ed aver maggior certezza. Ho richiesto, inoltre, un presidio più presente delle forze dell’ordine per veicolare il traffico“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.