Statale Brennero interrotta, FdI: “Valle del Serchio abbandonata dalla politica regionale e nazionale”

Fantozzi-Giannoni-Tamagnini: “Servono tempi certi per la riapertura”

Statale Brennero interrotta, non si fa attendere il commento del trio azzurro Fantozzi-Giannoni-Tamagnini (FdI): “Nonostante l’interrogazione presentata alla giunta regionale per accelerare il ripristino della strada statale del Brennero a Borgo a Mozzano, all’altezza della fontana di Chifenti, i lavori, appaltati da Anas ad una ditta privata, stanno procedendo troppo a rilento”.

“L’interruzione della viabilità, come prevedibile – scrivono i consiglieri regionali – sta comportando pesanti disagi per residenti e imprese. La viabilità verso la Mediavalle e la Garfagnana è compromessa, i commercianti, gli operatori commerciali e turistici della zona, i residenti sono come intrappolati in una valle tagliata in due. Servono tempi certi per la riapertura. C’è bisogno, poi, di un intervento strutturale che metta in sicurezza la statale del Brennero una volta per tutte. La Regione deve fare pressioni su Anas affinché provveda a fare gli interventi annunciati, al momento, solo a parole”.

“La situazione della viabilità che collega la Piana alla Mediavalle e Garfagnana è emblematica dell’inefficace gestione del territorio da parte del Partito democratico e dell’incapacità di portare sui nostri territori i finanziamenti e gli investimenti che gli stessi meriterebbero – esorta il Consigliere provinciale di Lucca Riccardo Giannoni – Il danno che sta subendo la Valle in questi ultimi mesi, che si va a sommare alle difficoltà sul fronte economico causate dall’emergenza sanitaria, è la conseguenza inevitabile di tutto questo. Ricordo che il Pd, oltre al governo nazionale e quello regionale, guida la Provincia di Lucca quasi da un quarto di secolo. Il gap infrastrutturale accumulato pesa e continuerà a pesare per molto tempo sui nostri territori”.

“E’ vergognoso quello che sta succedendo sulla statale del Brennero che ogni anno frana. Ci sono problemi di manutenzione mai fatta negli anni. Ma è tutta la Valle del Serchio ad essere abbandonata a se stessa dalla politica regionale e nazionale, aspettiamo che le strade franino per poi intervenire. E questo è causa di enormi disagi per i residenti e di mancati introiti per le attività della Valle. Ormai fare impresa in Garfagnana è difficilissimo -attacca il Consigliere di maggioranza del Comune di Castiglione di Garfagnana, Roberto Tamagnini– Abbiamo una “Fondovalle” pericolosa, mancano sottopassi, asfalti drenanti, segnaletica, illuminazione. Sul tratto del Piaggione c’è un’altra frana, avvenuta qualche anno fa e dove permane un semaforo per il senso unico alternato”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.