Alunni al freddo al rientro a scuola, protestano i genitori a Bagni di Lucca: “Il riscaldamento non funziona”

Recchia (L'Alternativa): "Invitiamo Comune e preside a muoversi con celerità"

Un rientro a scuola al freddo per i giovani alunni della scuola di Bagni di Lucca-Villa. Oggi (11 gennaio), come raccontano i genitori, “nella scuola non funzionava il riscaldamento”.

Furiosi i familiari dei giovani studenti: “Trovo abbastanza allarmante che oggi, primo giorno di rientro dalle vacanze scolastiche, alla Villa non funzionasse il riscaldamento nella scuola – esclama un genitore -. Ma è possibile che il responsabile non abbia pensato di far controllare la caldaia, che già aveva problemi, giorni prima dell’inizio? Non era ovvio che la scuola andasse comunque riscaldata un po’ prima?”.

Sull’argomento interviene anche Fiorenzo Recchia: “La scuola di Bagni di Lucca Villa è senza riscaldamento. I genitori sono disperati specialmente in questi tempi di Covid dove per un raffreddore scatta il tampone automatico. Inoltre pare che nessuno si voglia prendere le responsabilità per questo scempio, per cui nessuno sa quando sarà risolta la situazione. L’Alternativa condanna fermamente questo fatto e invita sia il Comune di Bagni di Lucca che il preside Feola a muoversi con celerità. Non è la prima volta che ci sono problemi a questa scuola, chi di dovere si muova e risolva. Oppure sarà responsabile di bambini malati”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.