Quantcast

Taccini: “La minoranza non ha chiesto nessun parere su Santi”

L'opposizione: "Abbiamo solo sollecitato chi doveva dare una risposta"

“La minoranza non ha mai chiesto nessun parere, si è solo limitata a chiedere un sollecito a chi doveva dare una risposta”. Lo dice Piero Taccini in merito alla questione dell’assessore Santi, su cui il ministero ha spiegato che non esiste alcun tipo di incompatibilità con il suo ruolo.

“E’ di pessimo gusto – risponde Taccini a Remaschi – lasciare svolgere tali incombenze alle minoranze perché, tali chiarimenti, dovevano essere sollecitati dall’allora sindaco Amadei proprio per trasparenza nei confronti dei cittadini, cosa che lo stesso si è guardato bene dal fare. L’esposto che è stato inviato alla procura non ha niente a che vedere sull’argomento in questione”.

“Altra smentita doverosa che devo al Remaschi – spiega Taccini – è che la minoranza, ovvero il consigliere Piero Taccini, perché della scorsa amministrazione si parla, non deve essere sconfessata da nessuno perché non ha mai sostenuto che l’ex assessore Santi fosse incompatibile nel ruolo e mai ha gettato fango sul nome dell’assessore e di tutta l’amministrazione comunale di Coreglia Antelminelli. Ho sempre messo in evidenza la mala amministrazione Amadei e, mentre con la destra scrivevo, con la sinistra tenevo in mano le pezze d’appoggio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.