Nuova scuola Monsagrati, aumentano i costi del progetto: cambio di location per evitare i container

Critiche da parte dell'opposizione che presenta una interpellanza al sindaco

Si accende il dibattito a Pescaglia in merito alla realizzazione del nuovo polo scolastico di Monsagrati, che ospiterà i bambini del territorio, e non solo, della scuola primaria e dell’infanzia. Un progetto da 2 milioni e 285mila euro finanziato interamente dalla Regione Toscana, che subirà dei cambiamenti.

Monsagrati, entro l’estate il via ai lavori per la nuova scuola. Bonfanti: “Sarà bella, con spazi funzionali e sicura”

Come annunciato nel corso dell’ultimo consiglio comunale, i costi per la nuova scuola avranno un aumento di 214mila euro, per un costo complessivo di 2 milioni 499mila 295 euro. Per questo il Comune prevede il ricorso all’accensione di un nuovo mutuo.

I motivi dei cambiamenti in corso del progetto li spiega il sindaco Andrea Bonfanti: “Il progetto della nuova scuola di Monsagrati prevedeva un impiego di 2 milioni e 285mila euro, finanziati completamente dalla Regione. Nel frattempo (sono passati un paio di anni ndr) si sono resi necessari degli adeguamenti al progetto. In primis, per non incidere sull’attività didattica della scuola, abbiamo deciso di traslare il polo scolastico dalla sede attuale al terreno lì accanto, sempre di proprietà del Comune. Così facendo i ragazzi non verranno spostati nei container ma proseguiranno nella scuola attuale in attesa del nuovo plesso. Inoltre – precisa il sindaco – è entrato in vigore un aggiornamento normativo sull’antisismica. Il mutuo è una misura prudenziale, vedremo se ci sarà un avanzo da investire o l’arrivo di altri contributi”.

La vecchia scuola verrà comunque demolita: “Il bando della Regione prevede la demolizione, la vecchia scuola va demolita per ricevere il finanziamento. Una cosa voglio sottolinearla: i container avrebbero avuto un costo superiore di almeno il doppio rispetto al cambio di location della scuola. La decisione che abbiamo preso è da padre di famiglia: così facendo, infatti, facciamo risparmiare il Comune e creiamo meno disagi ad alunni e insegnanti“.

Critico il gruppo consiliare Prima Pescaglia: “Premettendo di essere completamente a favore nella costruzione di una nuova scuola a Monsagrati, ma visto cosa è risultato dall’ultimo consiglio comunale, ha protocollato in municipio una interpellanza, al fine di avere maggiori delucidazioni. Nonostante che pubblicamente il sindaco Bonfanti avesse dichiarato che l’opera fosse finanziata totalmente dalla Regione Toscana, ora veniamo a sapere che la giunta, senza il coinvolgimento della cittadinanza e dei consiglieri, ha deciso di traslare il plesso scolastico dall’attuale posizione, alla zona adiacente dei campetti sportivi, comportando così degli importi aggiuntivi pari a 214mila 295 euro, tutti a carico dei nostri concittadini“.

“Secondo quanto dichiarato in Consiglio – proseguono -, è stata intrapresa questa scelta per evitare di mandare gli alunni e gli insegnanti all’interno di container durante le fasi di costruzione del nuovo edificio, ora ci domandiamo, come sistemazione provvisoria di sole cinque classi ed evitare tali costi, non si poteva utilizzare altri edifici di proprietà del comune come ad esempio la ex scuola elementare di Fiano pienamente funzionante? Dobbiamo tenere conto che Pescaglia è una piccola comunità e non si può permettere ulteriori esborsi inaspettati – conclude Prima Pescaglia -, quindi siamo a chiedere tutte le informazioni necessarie per capire se ci saranno ulteriori costi aggiuntivi successivi e quali saranno le decisioni tecniche e logistiche che la giunta intende intraprendere”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.