Cambiamo! dopo le elezioni a Coreglia: “Insulti da Fdi e Lega, siamo sdegnati”

Il gruppo precisa: "Da Daniele non c'è mai stata la volontà di chiudere un accordo con il nostro movimento"

“Siamo sdegnati oggi dell’atteggiamento di nostri alleati. Condanniamo con forza le maniere scorrette, becere e offensive”. Sono queste le parole di Cambiamo! dopo il voto di Coreglia, in cui gli esponenti sono stati “insultati sui social da Lega e Fdi”.

“Cambiamo! esprime sdegno per le parole di alcuni esponenti di Lega e Fdi dopo lo scrutinio per le amministrative di Coreglia Antelminelli – esordiscono -. Dal comitato fanno sapere di essere stati attaccati al seggio di Piano di Coreglia già dalle prime proiezioni, quando si preannunciava un testa a testa tra i candidati Remaschi e Daniele. Appena confermati i dati, con un scarto di soli 54 voti tra Remaschi e Daniele, a fronte dei 156 conquistati da Marsili, è scoppiato il finimondo via social tra vari esponenti di centrodestra. A mente fredda, nel primo pomeriggio è partito un tamtam di offese sia personali che politiche di pseudo rese dei conti”.

“Sempre via social – proseguono -, alcuni ‘esponenti’ hanno chiesto la radiazione di Simone Simonini ‘attualmente coordinatore Provinciale del partito di Toti’ dai quadri della coalizione di centrodestra, colpevole di non essersi fatto da parte, perché il Comune era, ‘a sentir dire’ una questione personale. Giovanna Marsili quindi andava bloccata e non fatta candidare per permettere una vittoria, visto i numeri, quasi scontata di Daniele. Una polemica infinita che ci vede costretti a fare chiarezza sulle dinamiche politiche di Coreglia Antelminelli. Precisiamo per i non ben informati, che Cambiamo! si è seduto a più riprese al tavolo con Daniele, il quale ha rifiutato la scelta di almeno uno dei candidati del movimento proposti, estraibili da una rosa di nomi. Si precisa, che da parte del gruppo Daniele, non vi è mai stata la volontà di chiudere un accordo con il nostro movimento“.

“L’unica opzione era quella di farsi da parte senza nostri rappresentanti in lista; stessa regola per altri, poi misteriosamente finiti nella rosa dei dodici candidati. Mesi di melina del candidato sindaco affinché si perdesse un po’ di tempo utile, da non arrivare eventualmente organizzati per sbrigare tutte le pratiche per presentare una lista alternativa. Il movimento di Cambiamo! dopo un direttivo regionale, a maggioranza e in presenza dei coordinatori Giorgio Silli e Simone Spezzano, decise di correre in proprio o con chi degli alleati si fosse dichiarato disponibile. Lo stesso giorno, sabato 18 luglio, a Viareggio, a nostra decisione presa, esponenti della lega provinciale, chiesero tempo per rivedere la posizione di sostegno a Daniele, ritenuta poco congrua. In quel momento ritornava forte l’idea di una lista dichiaratamente di centrodestra appoggiata dai partiti. I buoni propositi furono superati da alcune beghe di candidati, e dall’intuito arguto di estromettere Remaschi dal diventare sindaco, qualora, come si vociferava, non fosse andata a buon fine una sua candidatura al consiglio regionale”.

“Tutto questo deciso in un contesto più ampio con esponenti politicamente opposti – continua Cambiamo! -, pronti più a festeggiare le sorti di Remaschi che ad una vera politica di cambiamento per risollevare Coreglia. A quel punto, scocciati dai soliti modi, abbiamo deciso per una nostra candidata, preparata e frutto del vero rinnovamento, lontana da vecchi amministratori e amministrativi. Giovanna Marsili, unica esponente dichiaratamente di centrodestra. Una linea chiara, trasparente, e a tratti condivisa anche con i vertici politici alleati, locali e provinciali”.

Siamo sdegnati oggi dell’atteggiamento di nostri alleati – concludono -. Condanniamo con forza le maniere scorrette, becere e offensive. Riteniamo di aver agito nel tempo con tutti in nome della correttezza e dei diritti politici di candidatura. Gli interessati infine, valuteranno possibili azioni legali in virtù delle offese ricevute”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.