La candidatura Remaschi “bocciata” dalla direzione regionale del Pd

Secondo i vertici del partito non potrebbe ripresentarsi, ma l'assessore regionale gioca la carte del ricorso alla commissione di garanzia

Marco Remaschi ‘bocciato’ dalla direzione regionale del partito. La riunione di questa sera, che ha approvato i restanti nomi presentati dal territoriale del Pd, ha però stoppato la candidatura dell’assessore regionale all’agricoltura ‘reo’ di violare la regola del doppio mandato (è stato candidato per la prima volta nel secondo mandato del governatore Martini).

Ora all’assessore ex sindaco di Coreglia non resta che il ricorso alla commissione di garanzia regionale, cui ha già presentato la documentazione e il parere legale che giustificherebbe il fatto che per la candidatura non ci sarebbe bisogno di alcuna ‘deroga’.

Remaschi paga comunque fin qui lo scontro interno al partito in particolare con l’area vicina al senatore Andrea Marcucci.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.