Bagni di Lucca e lockdown, l’opposizione: “Aiutiamo le famiglie con figli affetti da disabilità”

I consiglieri Lucchesi e Gemignani presentano una mozione: “Servono azioni concrete”

Una mozione per il sostegno delle famiglie con figli affetti da disabilità, sotto stress durante il periodo di chiusura a causa del coronavirus. È questa l’iniziativa di Un futuro per Bagni di Lucca tramite i propri consiglieri Laura Lucchesi e Claudio Gemignani. Il gruppo di opposizione chiede all’amministrazione di intervenire con azioni concrete.

“A partire dal mese di febbraio – la premessa dei consiglieri Lucchesi e Gemignani – è giunto pure in Italia il coronavirus e la rapida espansione di questo virus ha obbligato a fare sforzi immani sia la cittadinanza che tutto il personale sanitario locale e nazionale che sin da subito è diventato eroe della nostra nazione. Oggi che la crisi sanitaria sembra allentata, si deve assolutamente pensare alla salute di tutti i cittadini, principalmente di chi si trova in una situazione di difficoltà non solo economica, ma anche, come rilevano alcune associazioni nazionali, fisica e psichica. Si parla di quelle famiglie con bambini affetti da disabilità o con condizioni esistenziali particolari che hanno, in molti casi durante la chiusura totale, presentato sintomi di aggressività verso i genitori, oltre ad ansia e stress”.

“Il governo a colpi di Dpcm – prosegue l’opposizione -, a partire dallo scorso 11 marzo ha imposto, giustamente, la chiusura totale, con divieto di uscire se non per le esigenze fondamentali. Anche se con le migliori intenzioni, i vari Dpcm non hanno considerato in maniera sufficiente provvedimenti riguardo ai bambini o componenti di nuclei familiari affetti da disabilità. I centri sono stati chiusi e le famiglie si sono trovate tutto il carico di lavoro consequenziale sulle spalle. Il Comune, l’ente più vicino ai cittadini nel territorio, nel limite delle sue competenze, deve cercare di aiutare questa fascia di popolazione. Ognuno di noi deve ovviamente avere sensibilità verso questi temi, ma che, ad oggi, non sono state prese azioni serie d’aiuto verso queste realtà e che ci sia quindi bisogno di un tempestivo aiuto nei confronti di questi nuclei familiari. Le amministrazioni comunali possono intraprendere azioni concrete verso queste famiglie”.

I consiglieri di Un futuro per Bagni di Lucca, tramite la mozione, chiedono al sindaco e alla giunta: sanificazione regolare delle zone ludiche all’aperto contenenti attrazioni predisposte a bambini con disabilità e laddove non ve ne sono, crearne alcune; attivare uno sportello per le forniture di materiale medico/sanitario e di ascolto per le famiglie con figli affetti da disabilità; istituire la figura del garante dei diritti per le persone con disabilità; mettere a disposizione un servizio per mandare un addetto in soccorso alle famiglie oggetto della mozione ove da queste venga richiesto. In alternativa, pensare a un piccolo contributo economico.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.